Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Historic Club Schio

Historic Club Schio, resoconto del raduno dei fuoristrada d’epoca

Domenica 12 novembre, si è svolta la quindicesima edizione dell’Historic Adventure, raduno riservato ai fuoristrada d’epoca con età minima di 20 anni muniti di CRS (Certificato di Rilevanza Storica) organizzato dall’Historic Club Schio.

La mattinata dell’Historic Adventure

Alle ore 9,00’ alla baita Melette, accompagnati da una lieve nevicata, si sono dati appuntamento una trentina di fuoristrada ed oltre 60 persone. Appassionati che si sono diretti, dopo una dolce e piacevole colazione, a visitare la Piana di Marcesina. Piana con quota tra i m 1440 ed i m 1800 di altitudine. Definita la Finlandia d’Italia per le rigide temperature invernali che si possono raggiungere (fino a -30°C).

Il viatico climatico nevoso, per fortuna, è durato poco con un sole, a tratti pallido ed a tratti più vigoroso. Un sole che ha accompagnato gli avventurosi e, talora, infreddoliti equipaggi.

E’ stato assai agevole arrivare al Forte Lisser a quota m 1663 per un riordino dei veicoli ed una foto ricordo per poi proseguire fino all’Aquila di Vaja. Monumento costruito con gli scarti di legno della foresta dopo la distruzione ad opera dell’omonima tempesta nel 2018. Si tratta della più grande opera in legno d’Europa delle dimensioni di m 7 di altezza per m 5 di lunghezza ed un peso di kg 1.600.

La magnifica posizione del sito ha permesso di ammirare tutta la catena innevata del Lagorai. Oltre alle Pale di San Martino e, sopra alla Valsugana, la cima del monte Grappa.

Uno scenario strepitoso che ha riempito gli occhi di meraviglia e che sarà da incasellare tra i ricordi che rendono indimenticabili questo tipo di raduni!

La pausa pranzo

La pausa pranzo nel calore, rigorosamente con caminetti e stufe alimentate a legna, al Rifugio Barricata ha ricaricato gli animi. Il pomeriggio, seguendo un incantato percorso immerso nei silenti boschi dell’altopiano, grazie a una trentina di centimetri di neve che hanno imbiancato le vie, ha permesso di far salire il livello dell’adrenalina per conducenti più o meno esperti. Alcuni conduttori, infatti, probabilmente alle prime esperienze sulla neve con veicoli fuoristrada, tendevano a scaricare – inconsapevolmente – più coppia motrice dei mezzi piuttosto che adottare una guida redditizia oltreché scaltra. Per loro fortuna i “veterani” sono venuti in loro soccorso trasformando una piccola débâcle. Nell’occasione per dimostrare l’utilità, in caso di necessità sui fondi difficili, di questi mezzi con massimo e reciproco divertimento.

Conclusione

Raggiunta infine la Baita Melette, forse per le emozioni della guida o per il magico paesaggio incontrato in  questa giornata, oppure perché la fredda giornata ha reso piacevole trovarsi a bere qualcosa di corroborante al caldo ed in simpatica compagnia, comunque sia, molti dei partecipanti si sono già prenotati per la sedicesima edizione 2024. Segno che questo tipo di raduni riscuote l’approvazione degli appassionati della materia.

Historic Adventure

Historic Adventure2

Historic Adventure

Fonte: Responsabile Biblioteca Pubbliche relazioni/Stampa Historic Club Schio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *