Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Cuore Immacolato

Fusione Materna Cuore Immacolato di Maria e IC Fusinato di Schio

Aggregazione della materna paritaria Cuore Immacolato di Maria all’IC Fusinato di Schio

La denatalità e il generale aumento delle spese di gestione stanno mettendo in difficoltà le scuole paritarie dell’infanzia, istituzioni storiche per la città di Schio che da anni erogano un servizio educativo di elevata qualità e perfettamente integrato con quello pubblico. Il Comune di Schio ha sempre sostenuto l’attività di queste scuole, sei in tutto, sia attraverso contributi economici strutturali che consentono di contenere le rette d’iscrizione a carico delle famiglie, sia attraverso la pianificazione condivisa di progetti e attività volte a valorizzare le specificità di ciascun istituto e a mantenere vivace e innovativa la loro offerta formativa.

Assetti più sostenibili per le scuole

Il calo delle iscrizioni conseguente alla decrescita delle nascite, la difficoltà di trovare persone disponibili a garantire la futura prosecuzione amministrativa, oltre a incrementati costi per personale, forniture ed energia, immobili spesso vetusti che necessitano di interventi manutentivi e adeguamenti, sono tutti elementi di criticità che stanno inducendo le scuole paritarie a cercare nuovi assetti più sostenibili, che consentano di pianificare prospettive future a lungo termine. Alla luce di questa situazione l’Associazione Genitori che amministra la scuola paritaria Cuore Immacolato di Maria nel quartiere di Giavenale, ha comunicato la conclusione della propria attività di gestione con la fine dell’anno scolastico in corso. L’intenzione unanime è tuttavia quella di mantenere aperta la scuola avviando un processo di statalizzazione dell’istituto che è già in corso: questo passaggio toglierà definitivamente l’incertezza della continuità da un anno all’altro e aprirà prospettive di stabilità.

L’assessore all’istruzione, Donà

«Di concerto con gli altri istituti paritari, ed in particolare con l’attuale gestore della materna Cuore Immacolato di Maria, abbiamo avviato l’iter di richiesta di statalizzazione che prevede la presa in carico dell’immobile di proprietà della parrocchia di Giavenale da parte del comune, che ne assumerà la conduzione e la manutenzione nonché i servizi collaterali per i piccoli ospiti – come la mensa interna – al pari di quanto avviene negli altri istituti statali – spiega l’assessore all’istruzione Anna Donà -.

La priorità al momento è quella di dare continuità al servizio educativo fin qui offerto in forma privata affinché il quartiere di Giavenale mantenga la sua storica scuola nell’attuale sede. L’aggregazione più naturale è quella all’Istituto Comprensivo Fusinato, cui già afferisce anche la scuola primaria Vittorino da Feltre, sita a pochi passi dalla materna: grande disponibilità in tal senso è stata manifestata dalla dirigente dell’Istituto Comprensivo Fusinato, dottoressa Simonetta Valente, che a sua volta sta predisponendo la richiesta di acquisizione al sistema statale».

Il Presidente Scuola Materna Cuore Immacolato di Maria, Munarini

«È purtroppo sotto gli occhi di tutti la difficile situazione che attraversano le scuole paritarie dell’infanzia, non solo di Schio ma di tutta Italia I numeri delle chiusure degli ultimi anni ne sono la triste testimonianza (negli ultimi undici anni in Italia hanno chiuso 1.310 materne paritarie) Grazie alla disponibilità dell’amministrazione comunale e con il contributo del Ministero vi è oggi la possibilità di scongiurare la chiusura e portare avanti il progetto formativo nel quartiere di Giavenale, nello stabile storicamente adibito a tale scopo e mantenendo la stretta integrazione con la vicina scuola primaria.

Ritengo che sia corretto vedere questo cambio non come un fatto negativo ma come un ulteriore passo nella storia della scuola, aperta con gestione parrocchiale, passata poi sotto la gestione dell’attuale associazione genitori e che confluirà adesso sotto la conduzione statale, garantendo prospettive di lunga durata. Rimane il rammarico in merito alla impossibilità di salvaguardare le prospettive di impiego per gli attuali dipendenti dell’associazione» aggiunge Antonio Munarini, presidente della Scuola Materna Cuore Immacolato di Maria.

La dirigente dell’Istituto Fusinato, Valente

«L’istituto comprensivo “A. Fusinato” ha accolto con entusiasmo la proposta di aggregazione della scuola dell’infanzia Cuore Immacolato di Maria: da molti anni esiste uno stretto legame tra la nostra scuola primaria “V. Da feltre” e la scuola dell’infanzia paritaria. Giavenale è un quartiere molto vivace ed attivo, le famiglie afferenti ai due plessi credono fortemente nel legame con il territorio; le attività di doposcuola gestite dalla scuola dell’infanzia sono un’attrattiva e un grande supporto anche per i bambini della scuola primaria. Il posizionamento dei due plessi, tra loro molto vicini, è un’opportunità che molti genitori ritengono indispensabile.

Il concetto di istituto comprensivo è volto a garantire continuità tra i plessi, in termini di attività didattiche, proposte educative, seguendo una linea comune condivisa dal collegio dei docenti. Docenti e personale della scuola condividono obiettivi, metodologie, traguardi in curricoli verticali che significano unitarietà educativa e didattica. Le scelte di svolgere molte attività all’aperto, per esempio, nella scuola di Giavenale, viste le offerte del territorio e la disponibilità degli insegnanti, è un valore aggiunto che potrà ampliarsi anche alla scuola dell’infanzia; così come i numerosi progetti che ogni anno vengono offerti alle famiglie, le uscite didattiche.

Simonetta Valente conclude

Di pari passo riteniamo di voler tentare ad istituire la prima sezione primavera statale della provincia, consci delle opportunità che famiglie e bambini ne trarrebbero. Si tratta di un percorso nuovo e da sperimentare, a cui da qualche tempo stiamo già pensando, che necessita di autorizzazioni da parte delle istituzioni provinciali e regionali ma che tenteremo di avviare nei tempi opportuni. La presenza di una seconda scuola dell’infanzia nel nostro comprensivo dà opportunità anche di scambio orizzontale tra docenti, riguardo a metodologie, proposte, idee. Diamo avvio dunque ad un iter istituzionale che, non nascondo, sarà piuttosto complesso ma che offre molte opportunità in un momento in cui la denatalità è ai massimi storici, a chi crede ancora e sempre che i bambini possano essere l’unica vera speranza che possediamo» spiega Simonetta Valente, dirigente dell’Istituto Fusinato.

Il Sindaco, Orsi

«Stiamo lavorando tutti insieme per difendere il futuro di questo istituto, nell’arco di alcuni giorni si completeranno i documenti formali previsti dalla normativa per la statalizzazione, dopo di che attenderemo le determinazioni della Regione Veneto che saranno note presumibilmente verso la fine  di novembre, in tempo per aprire le iscrizioni all’anno scolastico 2024/25 nel mese di gennaio, garantendo di fatto la prosecuzione dell’attività scolastica senza interruzioni.  In questi ultimi mesi ci siamo relazionati anche con gli amministratori regionali, siamo quindi fiduciosi in un responso positivo. Nel frattempo lavoreremo con l’attuale e il futuro gestore in vista del “passaggio del testimone”, in modo da favorire il più possibile la continuità dei progetti didattici e dei servizi attualmente offerti alle famiglie» aggiunge il Sindaco Valter Orsi. 

In aggiunta al consolidato contributo economico annuale definito tramite apposita convenzione, l’Amministrazione ha in previsione uno stanziamento straordinario finalizzato a sostenere i progetti didattici delle scuole materne paritarie per il prossimo anno; il confronto è continuo e stiamo accompagnando il processo di riorganizzazione che dovrà tener conto della situazione demografica, della distribuzione degli istituti nel territorio e della capacità di assorbimento delle strutture pubbliche.

Schio, 12 ottobre 2023

Fonte: Comune di Schio (VI) – Ufficio Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *