Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Autunno Classico

Thiene: al via Autunno Classico, rassegna con musica da camera

 

Thiene, Autunno Classico: nuova rassegna con musica da camera

Un nuovo evento culturale anima il mese di ottobre a Thiene dal nome: Autunno Classico

Si chiama Autunno Classico e il cartellone propone tre imperdibili appuntamenti con la musica da camera nella splendida cornice dell’Auditorium Città di Thiene-Fonato con inizio alle ore 18.00.

«È un gradito ritorno nella programmazione culturale thienese – dichiara Ludovica Sartore, assessora alla Cultura e alla Biblioteca – . Ben volentieri presentiamo tre concerti di musica da camera che spaziano nel grande repertorio classico. Senza dimenticare uno sguardo finale, nel terzo appuntamento, anche al contemporaneo. Avremo anche il piacere di ascoltare ed applaudire musicisti e compositori legati a Thiene. Mi auguro che soprattutto per i giovani la proposta possa costituire uno stimolo. Ma anche una bella occasione per ampliare i propri gusti musicali con l’ascolto di brani classici che, pur appartenendo alla musica colta, sanno parlare in modo straordinario all’animo umano, ora come in passato».

Il programma di Autunno Classico

Sabato 14 ottobre

Si comincia con il Duo Menegardi Orsingher dal titolo “Struggimento classico e malinconie romantiche tra scherzi d’autore”.

La violinista Elisa Maria Menegardi e il pianista Walter Orsingher interpretano la Sonata in mi minore K 304 di Wolfgang Amadeus Mozart, la Sonata n. 2 in la maggiore op. 100 di Johannes Brahms e la celeberrima Sonata n. 9 in la maggiore op 47 “Kreutzer” di Ludwig van Beethoven, autentica pietra miliare del repertorio cameristico del XVIII secolo. Attraverso i capolavori di tre dei compositori più significativi della grande tradizione musicale mitteleuropea, il programma offre uno sguardo privilegiato sull’evoluzione della Sonata per violino e pianoforte nell’arco di circa un secolo (1778-1886), in bilico tra impetuoso virtuosismo e poetico lirismo.

Domenica 22 ottobre

Si prosegue con l’Ensemble Musagète e “Il romanticismo in salotto’.

L’Ensemble Musagète, gruppo cameristico a “geometria variabile”, dispiega organici che possono passare dal duo al decimino, arrivando così ad imitare la struttura di una piccola orchestra sinfonica. Proprio in quest’ottica, ossia quella di trasporre partiture pensate per grandi teatri e organici numerosi in ambienti più raccolti con pochi strumenti, nasce l’idea del concerto odierno. Due capolavori del repertorio romantico, di F. Schubert e R. Schumann, risuonano con una nuova veste strumentale, rispettosa delle scelte coloristiche degli autori ma, al contempo, più intima e capace di mettere in luce particolari, trame sonore che nell’organico originale non emergono in modo così nitido. Ogni strumento della compagine diventa protagonista, alla pari con tutti gli altri. Nelle pagine schubertiane si evidenzia l’immediatezza di una scrittura trasparente e fluida; nel concerto invece il rapporto con il pianoforte solista diventa attivo e partecipe, non più mero accompagnamento, ma dialogo attivo.

L’Ensemble Musagète è composto da Gabriele Dal Santo – pianoforte solista, Massimiliano Tieppo – violino primo, Tiziano Guarato – violino secondo, Michele Sguotti – viola, Giovanni Genovese – violoncello, Michele Gallo – contrabbasso, Fabio Pupillo – flauto, Remo Peronato – oboe, Luigi Marasca – clarinetto, Enrico Barchetta – corno e Laura Costa – fagotto.

Domenica 29 ottobre

La rassegna si conclude con il Quartetto d’archi ‘Ex Novo’ con il concerto dal titolo “Resilienze sonore: archi vibranti di vita”.

Carlo Lazari e Annamaria Pellegrino al violino, Paola Carraro alla viola e Carlo Teodoro al violoncello eseguiranno musiche di Šostakóvič, Fattambrini e Bedetti. La parola “arco” è un termine polisemico che si presta a vari significati. La musica come resilienza è il nucleo del programma musicale proposto, che comprende il tormentato Quartetto n.8 di D.Šostakóvič, la prima esecuzione pubblica di due composizioni di Lorenzo Fattambrini e il brillante Quartetto Dance di T. Bedetti.

Per ulteriori informazioni è possibile telefonare all’Ufficio Cultura di Thiene, tel.  0445 804.745/746.

Il biglietto di ingresso unico del costo di euro 7,00 è in vendita all’Ufficio Cultura, all’Auditorium un’ora prima dello spettacolo e su www.vivaticket.com.

Thiene, 05 ottobre 2023

Fonte:  Comune di Thiene (VI) – Ufficio Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *