Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Oltreconfine

Thiene storica terra di biodiversità: presentano Oltreconfine e Graspo

L’Associazione Oltreconfine è presente quest’anno alle manifestazioni culturali del Giugno Thienese, in collaborazione con l’Associazione Graspo (Gruppo di ricerca ampelografica sostenibile per la preservazione della originalità e biodiversità viticola) a presentare:

Thiene storica terra di biodiversità.

Aldo Lorenzoni e Luigi Bertolazzi ci parleranno di Biodiversità Viticola. I custodi, i vitigni, i vini.

Vitigni del passato abbandonati e poi dimenticati. In alcuni casi addirittura mai scoperti prima. Sono loro i beniamini dell’associazione G.R.A.S.P.O.

«La biodiversità viticola è un patrimonio in via di estinzione – spiega Aldo Lorenzoni – una grande ricchezza da salvaguardare».

Forse lo avrete visto aggirarsi per i vigneti italiani insieme a Luigino Bertolazzi, alla ricerca di questi vitigni “minori”. Lorenzoni è stato per oltre vent’anni alla guida dei consorzi di tutela Soave, Lessini Durello, Arcole e Merlara;

Luigino Bertolazzi presidente di Assoenologi del Veneto occidentale. Ora i due enologi hanno più tempo, essendo entrambi in pensione, e già da qualche anno si dedicano anima e corpo a questo progetto che è senza scopo di lucro ma di grande utilità.

Sì, perché non è uno studio fine a se stesso, a loro non interessa realizzare un’enciclopedia da lasciare ai posteri, anzi alla polvere, su qualche scaffale.

Lo fanno perché ritengono che queste uve dai nomi strani, Brepona, Pontedara, Vernazzola, Bigolona, Simesara, Saccola, Cavrara, Ua salà (e chi più ne ha più ne metta) possano rappresentare una risorsa.

Vitigni del passato, sì, ma per vini del futuro.

INGRESSO LIBERO

Qui la locandina di presentazione dell’associazione GRASPO

Oltreconfine

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Thiene 7 giugno 2023

Fonte Associazione Culturale Oltreconfine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *