Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Giorno

Giorno della Memoria. Al Lanificio Conte di Schio si ricorda don Michele Carlotto

In occasione del Giorno della Memoria, il Centro di Cultura Elia Dalla Costa in collaborazione con il Comune di Schio propone un incontro dal titolo “Vite in fuga: gli ebrei stranieri tra migrazioni, internamento e salvezza”.

L’appuntamento è in programma per giovedì 26 gennaio alle ore 20.30 al Lanificio Conte di Largo Fusinelle con lo storico dell’Istrevi (Istituto Storico della Resistenza di Vicenza) Antonio Spinelli.

Durante la serata si ricorderà don Michele Carlotto,

cappellano di Valli del Pasubio dal 1942 al 1946 che aiutò a mettere in salvo dalla deportazione una quarantina di ebrei slavi che vivevano nel paese dell’Alta Val Leogra in domicilio coatto. Dal 1996 don Michele è riconosciuto “Giusto tra le Nazioni”, titolo onorifico conferito dallo Yad Vashem (ente nazionale per la Memoria della Shoah di Gerusalemme) ai non ebrei che anche a rischio della propria vita si prodigarono per nascondere e per aiutare a far fuggire gli ebrei perseguitati.

Durante l’incontro verranno letti alcuni passi del diario di don Michele Carlotto, in cui racconta il suo arrivo a Valli e il periodo della Liberazione.

L’appuntamento è a ingresso libero.

Per ulteriori informazioni: 0445691406.

Fonte: Comune di Schio

Schio Giornata_della_memoria_2023

Un commento su “Giorno della Memoria. Al Lanificio Conte di Schio si ricorda don Michele Carlotto

  1. Mi piacerebbe conoscere anche acquistandolo il diario di don Michele Carlotto persona squisita di cui sono stato amico negli anni in cui lui era parroco a Fusine di Posina. Da lì l’ho accompagnato più volte a Valli, di sera, ma senza che lui mi rivelasse le ragioni di queste sue visite presso la canonica.Piu tardi ho saputo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *