Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Comune di Malo e Confcommercio: Protocollo d’intesa per cultura e turismo

Malo entra nella rete di Comuni della provincia che hanno deciso di aderire al “Protocollo d’intesa per una valorizzazione della cultura e del turismo” di Confcommercio Vicenza. Il protocollo prevede una serie di azioni per promuovere il territorio, sia dal punto di vista turistico e commerciale che naturalistico e storico-culturale.

A siglare l’accordo nella sede Municipale,

sono stati il sindaco, Moreno Marsetti e il presidente del Mandamento Confcommercio di Schio, Guido Xoccato. Presente anche il vicesindaco, Matteo Golo e il presidente Confcommercio, Malo Luigi Cera.

Il patto va a sancire una collaborazione tra le parti che prevede alcune specifiche azioni di promozione turistica del territorio. Lo strumento attraverso cui queste si realizzano è principalmente il web: una serie di informazioni relative alle risorse naturali e storico culturali del territorio comunale saranno inserite nel portale EasyVi.it. Il portale promosso e gestito da Confcommercio Vicenza, in modo che con facilità ogni visitatore possa scoprire il territorio. EasyVi è tra le principali risorse web di promozione turistica del Vicentino, con oltre 200 mila visitatori annui.

Quattro le azioni inserite nel protocollo, tutte mirate a incrementare l’appeal turistico di Malo. Con “Alla scoperta delle ricchezze storico-culturali”, si offrirà ai visitatori, collegandosi al portale EasyVi, una “mappatura” on line dei percorsi turistici, dei siti storico-culturali e dei monumenti, ma anche in prospettiva, delle attività commerciali, di ristorazione e dell’ospitalità disponibili sul territorio.

Tra i siti storico-culturali di cui si potranno avere informazioni collegandosi al sito, solo per citarne alcuni, il Duomo, la Chiesa di Santa Libera e la Chiesa di San Bernardino (ora Sala Consigliare) a Malo, cui si aggiungono le varie contrade, La Casabianca, i palazzi (come Palazzo Corielli sede del museo della serica e della laterizia, o palazzo Zambon) e molto altro ancora. Spostandosi nelle frazioni, a Molina si potrà conoscere, tra l’altro, il Castello gotico di Giovanni Da Porto e l’Incompiuta Villa di Giuseppe Da Porto, mentre a San Tomio il Barco Ghellini, la Corte dei Loschi e Villa Checcozzi Dalle Rive.

Un’altra azione prevista dal Protocollo si intitola

“I percorsi ciclo-pedonali” e intende valorizzare queste vie che percorrono il paese anche attraverso l’illustrazione della flora e della fauna selvatiche presenti, per orientare cittadini e turisti a scoprire le bellezze naturali, ma anche i luoghi della ristorazione.

«Questo protocollo è un valore aggiunto per Malo – ha spigato il sindaco, Moreno Marsetti – perché permette di attivare sinergie tra Amministrazioni pubbliche e Associazioni di Categoria per dare un nuovo valore e slancio alla promozione. Un meccanismo che valorizza sia le nostre Attività che soprattutto l’intero Territorio ricco di siti ed opportunità culturali e naturalistiche.»

Con “Malo nel web”, ci si focalizzerà in particolare sulla comunicazione, sempre nel sito EasyVi, delle principali notizie ed informazioni di “pronto uso” quali ad esempio quelle riguardanti i percorsi turistici, gli eventi, le iniziative proposte da ristoranti, attività commerciali e dall’Amministrazione Comunale. Infine, il progetto “Segnaletica” mira a integrare il sistema di indicazione presente nei siti naturali, nei percorsi naturalistici e nei luoghi legati alla tradizione locale, con un QR code che porterà i turisti direttamente sul sito EasyVi, dove potranno trovare tutte le informazioni utili sul territorio, citazioni o letture, nomenclatura di flora e fauna.

«Sono ben contento dell’adesione di Malo – ha commentato il presidente, Guido Xoccato –

Oggi il web si evolve rapidamente e la piattaforma EasyVi è uno strumento utile per far conoscere questo territorio sia per un turismo di vicinanza in forte crescita anche dopo il Covid, che fuori dai confini. Un turismo culturale e storico, sportivo con le e-bike ma anche eno-gastronomico il tutto con proposte delle Attività commerciali che completano l’offerta».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *