Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

47 Festa sul Priaforà

47 Festa sul Priaforà a Velo d’Astico

Domenica 7 agosto 2022, si terrà, a partire dalle ore 10:30, a Velo d’Astico, la 47^ Festa sul Priaforà, organizzata dal Gruppo Amici del Priaforà, in collaborazione con l’Unità Pastorale Velo d’Astico, il patrocinio del Comune di Velo d’Astico e dell’OGD Pedemontana Veneta e Colli.

In seguito, si pubblica il programma della 47 Festa sul Priaforà:

ore 10:30 – Alla Croce, S. Messa in ricordo dei caduti di tutte le guerre con la presenza del Coro Monte Caviojo

ore 11:30 – Benedizione della Croce restaurata e deposizione della targa in memoria dell’ideatore della festa, il Maestro Dino Stella

ore 12:30 – Pranzo e ristoro c/o Malga Campedello con varie bibite fresche

Gruppo Podisti: escursione libera con partenza da:
Maso per Pezzolo e mulattiera
Velo per i Faì e colletto di Velo
Cerbaro di Schio

Si ringraziano tutti quelli che hanno contribuito per il restauro della croce e per la manifestazione. Si ringrazia la Pro Loco Velo D’Astico per la collaborazione.

Dalla sera precedente: spettacolare illuminazione della Croce e del Buso.

Fonte: Associazione OGD Pedemontana Veneta e Colli

47 Festa sul Priaforà

Ulteriori punti di interesse a Velo D’Astico

Chiesa dei Santi Martino e Giorgio:

La Chiesa dei Santi Martino e Giorgio venne probabilmente eretta dai Conti Velo nell’area del loro castello, all’interno della quale inserirono la tomba di famiglia. Nel 1775 la chiesa fu riedificata a cinque altari e consacrata nel 1812. Venne distrutta durante la Prima guerra mondiale e poi ricostruita nel 1919. All’interno è presente una pala di Francesco Verla e un’altra di Costantino Pasqualotto, amico di Andrea Palladio. Il primo campanile, costruito nel 1700, era uno dei più alti del vicentino; venne in seguito ricostruito negli anni 1922-1925.

Pieve di San Giorgio:

La fondazione della Pieve di San Giorgio risale probabilmente all’epoca longobarda. Questa chiesa divenne il centro spirituale del versante destro dell’Alta Valle dell’Astico e del Posina, da semplice cappella di campagna. Nel corso dei secoli subì differenti modifiche e aggiunte. La struttura originaria era di stampo romanico con influenze longobarde. Una pianta rettangolare, una facciata molto semplice, ornata lungo il perimetro da un fregio di archetti ciechi.

Chiesa di Sant’Antonio:

Situata presso il palazzo dei conti Velo, la Chiesa di Sant’Antonio venne costruire nel 1667 dai conti Giacomo ed Ettore. La parrocchia fu costituita nel 1958, in seguito alla crescita della contrada e negli anni Sessanta la vecchia chiesa è stata sostituita da un nuovo edificio.

Fonte: Associazione OGD Pedemontana Veneta e Colli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *