Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

donatori Fidas Vicenza

Fidas Vicenza: grande partecipazione di donatori al Monte Cengio

Donatori Fidas Vicenza al Monte Cengio. Grande partecipazione ed entusiasmo.

La presidente Chiara Peron: “i pazienti aspettano noi ed il nostro dono”.

“I donatori di sangue sono persone importanti nella società e per la società.

Ciascuno di noi ha rinnovato la promessa di donazione, l’impegno a recarsi periodicamente al centro trasfusionale a donare il proprio sangue per gli altri.

Non dobbiamo mai dimenticare che i pazienti aspettano noi, aspettano il nostro piccolo dono”.

Con queste parole la presidente provinciale di Fidas Vicenza, Chiara Peron, è intervenuta ieri al Monte Cengio, alla chiesetta del donatore, in occasione della tradizionale Festa del donatore di Fidas Vicenza.

Una giornata partecipata, che assume un valore del tutto particolare, in quanto è significativo il calo di donazioni di sangue, che non può non destare una certa preoccupazione.

“Il calo a cui assistiamo non è un calo fisiologico – sottolinea la presidente Peron – perciò riteniamo necessario rivolgere un appello ai donatori Fidas Vicenza, ma anche a quanti non hanno ancora valutato l’opportunità di donare il proprio, di compiere questo grande gesto di solidarietà.

Per questo invito tutti i donatori di sangue a fare la propria donazione, contattando il numero verde: 800.97.9000 oppure attraverso l’App “Donatori Vicenza”.

Bisogna farsi avanti subito, perché il sangue è indispensabile ed il nostro gesto è atteso da molti”.

Padre Diego Dalle Carbonare

Sull’importanza del dono ha posto l’accento anche padre Diego Dalle Carbonare, missionario in Sudan ed originario di Cogollo del Cengio: “il valore del dono è grandissimo.

E quando una persona decide di donare una parte di sé compie uno straordinario gesto di solidarietà e di altruismo, che alleggerisce dai pesi della vita ed al tempo stesso dona una grande serenità e gioia a chi lo compie”.

La giornata al Cengio è proseguita, nell’area adiacente alla storica chiesetta, con il pranzo comunitario.

Un momento per fare festa, per stare insieme e lanciare un forte messaggio: “donare sangue è donare vita”.

Dopo la pandemia da Covid-19 questa giornata al Cengio è stata il segno di una ripartenza da tempo auspicata, come ha concluso la presidente Peron:

“ci auguriamo di cuore che questa grande festa di oggi segni la ripartenza delle donazioni, un nuovo slancio di cui abbiamo bisogno per affrontare i prossimi tempi con il giusto piglio”.

donatori Fidas Vicenza

donatori Fidas Vicenza

Fidas Vicenza Monte Cengio

Fidas Vicenza Monte Cengio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *