Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

progetto Avatar international event conf stampa

Schio: l’Alto vicentino per il digitale con il progetto Avatar

Tre giorni di eventi su open governance e smart communities con il progetto Avatar.

L’evento:

Un evento internazionale per condividere buone pratiche ed esperienze realizzate da città e associazioni italiane ed europee per l’alfabetizzazione digitale.

La diffusione della cultura degli open-data e lo sviluppo dei nuovi servizi tecnologici per cittadini, imprese, enti e pubblica amministrazione.

È quanto è in programma a Schio, dal 24 al 27 maggio nell’ambito del progetto AVATAR – Alto Vicentino Alleanza per Azioni in Rete che coinvolge 12 Comuni dell’Alto Vicentino guidati dalla municipalità di Schio, il coordinamento operativo di ALDA+ e il supporto tecnico di Pasubio Tecnologia.

A fare da “cornice” ai quattro giorni di conferenze, hackaton e attività di networking dedicate all’open government e alle smart communities sarà il Faber Box di Schio, ’Innovation Lab dell’Alto Vicentino e centro nevralgico del progetto Avatar dal momento del suo avvio nel 2020.

All’evento parteciperanno oltre 20 rappresentanti di 15 Paesi europei e non…:

  • il responsabile delle Politiche e della Programmazione Europea della città metropolitana di Milano Carmine Pacente;
  • un rappresentante della Direzione ICT di Agenda Digitale del Veneto;
  • il direttore esecutivo di ECAS (rete europea di servizi al cittadino) Assya Kavrakova ed è stato invitato anche un rappresentante della Commissione Europea per il digitale.

«Siamo molto soddisfatti che a Schio si tenga questo importante appuntamento, unico convegno internazionale degli Innovation Lab del Veneto – sottolinea il Sindaco Valter Orsi -. Fin da subito abbiamo creduto nel progetto AVATAR e nei suoi obiettivi ai quali cercheremo di dare continuità attraverso una serie di azioni condivise per portare il nostro territorio ad eccellere anche nella diffusione della cultura digitale».

«Il pregio del progetto Avatar è stato quello di mettere insieme una comunità che vuole avvicinare le persone e superare il divario digitale confrontandosi – sottolinea Laura Locci, amministratore unico di Pasubio Tecnlogia -. In questo evento internazionale abbiamo la fortuna di poter raccontare la nostra esperienza e raccogliere le esperienze di altri Paesi. Sarà sicuramente un momento importante per il nostro territorio».

«Per ALDA+, Benefit Corporation di ALDA – Associazione Europea per la Democrazia Locale –  coordinare e supportare il Comune di Schio e gli altri 11 comuni della rete nella gestione e sviluppo di questo progetto è stato estremamente motivante, essendo AVATAR un progetto unico nel suo genere, e fiore all’occhiello tra gli Innovation Lab della Regione – aggiunge Marco Boaria, ceo di ALDA+ e direttore del dipartimento programmi e sviluppo di ALDA –  Associazione Europea per la Democrazia Locale -.

Abbiamo costruito le basi per una transizione digitale che coinvolga tutti, è ora fondamentale continuare a lavorare al fine di garantire un seguito a questo percorso, per migliorare i servizi del territorio in ottica digitale e smart».

IL PROGETTO AVATAR.

Costituito a inizio 2020 il progetto AVATAR vede la partnership tra 12 Comuni (Schio capofila, Thiene, Valdagno, Isola Vicentina, Malo, Marano Vicentino, Monte di Malo, San Vito di Leguzzano, Santorso, Torrebelvicino, Villaverla e Zugliano) che si sono impegnati nella promozione e diffusione sia della cultura degli opendata, sia dell’uso dei servizi pubblici digitali tra i cittadini.

Perseguendo l’obiettivo di superare i tradizionali confini amministrativi favorendo l’approccio ad un sistema di coordinamento centralizzato, AVATAR ha visto un’intensa collaborazione tra i Comuni partner che di fatto hanno agito come una Smart Community promuovendo e diffondendo la cultura digitale tra i cittadini, le imprese e le organizzazioni della società civile.

ALDA+

attraverso il suo spin-off operativo ALDA+ – ha partecipato al progetto AVATAR organizzando più di 100 eventi nell’area target e coordinando il progetto in collaborazione con le autorità locali, le organizzazioni della società civile e una varietà di stakeholder afferenti a diversi settori: educazione, aziende ICT e gruppi informali di cittadini.

La realizzazione del progetto è stata possibile grazie anche a un finanziamento di 700mila euro attraverso un bando della Regione Veneto volto alla costituzione di Innovation Lab, che nell’Alto Vicentino è stato identificato nel Faber Box di Schio.

Gli Innovation Lab in Veneto attualmente sono 10.

La conclusione del progetto è prevista per luglio 2022.

Fonte Comune di Schio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *