Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Thiene: barriere e disabilità

Thiene: barriere e disabilità

Thiene: barriere e disabilità

Thiene è Comune virtuoso: anni di attenzione all’accessibilità in ogni nuova opera o manutenzione hanno ridotto le criticità in Città

Con riferimento al monitoraggio sulla realizzazione delle opere di eliminazione delle barriere architettoniche eseguito da FISH di Vicenza, è doveroso fare chiarezza sull’impegno dell’Amministrazione Comunale in tema di accessibilità e tracciare il quadro della situazione reale di Thiene, per evitare letture fuorvianti.

Dichiara l’assessore Andrea Zorzan, ai Lavori Pubblici: «Il tema è troppo importante per scivolare in polemica, sollevando polveroni. Proprio per questo tenterò di dare alcune info utili per eliminare i dubbi sull’attenzione di questa Amministrazione al tema dell’Inclusione e dell’eliminazione delle barriere architettoniche.

Nel 2019 abbiamo adottato il PEBA: con la consulenza di uno studio esterno, abbiamo messo, nero su bianco, una traccia organica che funge da bussola per orientare gli interventi necessari per la città. Tra il 2020 e il 2021 sono stati attuati interventi per l’eliminazione delle barriere in 14 vie principali (vie Corradini, Kennedy, N. Bixio, Pedrazza, Ca’ Pajella, Div. Julia, Mons. Pertile, s. Vincenzo, Dante, Raffaello, Monte Grappa, viale Bassani, via Marconi e piazza Marconi) con un investimento di circa 120.000 euro.

Ass. Andrea Zordan
Ass. Andrea Zordan

Precisa al riguardo il Sindaco, Giovanni Casarotto: «Faccio presente che questo risultato è stato ottenuto in un biennio caratterizzato dalla pandemia».

il Sindaco, Giovanni Casarotto

Continua Zorzan: «Nel 2022 sono destinati, nel Piano Opere, altri 250.000 euro per proseguire gli interventi individuati nel PEBA, più 26.000 euro per attraversamenti per ipovedenti, che si abbineranno a quanto realizzato nel 2020 in merito agli attraversamenti ad alta visibilità per 150.000 euro.

Non è una cifra milionaria, ma questo è un segnale positivo, perché conferma proprio il contrario di quanto è stato interpretato leggendo la relazione della Federazione Italiana Superamento Handicap. La cifra, infatti, prova che non siamo arretrati su questo tema: gli interventi vengono programmati e attuati annualmente, diversamente da chi inserisce somme sul bilancio pluriennale dando la sensazione che i lavori vengano eseguiti tutti in un’unica annualità. In altri termini, grazie al Peba abbiamo ipotizzato un piano di spesa suddiviso per ogni anno, così da concludere i vari interventi e giungere ad una città accessibile nel giro di poco tempo».

«Guardando nel breve passato – ci tiene ad aggiungere Casarotto – possiamo segnalare interventi significativi, come 60.000,00 euro per l’installazione di un ascensore a servizio degli uffici INPS, e l’intervento, molto importante, per l’accessibilità nella Stazione dei Treni realizzato in sinergia assieme a RFI. Poi ci sono gli interventi fatti nei piani attuativi, come nel Piano Stazione, prossimo a concludersi, altra opera che ha ben presente la mobilità delle persone con difficoltà motoria e che ha tenuto conto di quest’aspetto».

Conclude Zorzan: «L’entità delle cifre destinate espressamente all’abbattimento delle barriere architettoniche ad una visione superficiale sembrano ridotte, ma la spiegazione è molto semplice: quando un’Amministrazione come la nostra vede questo come tema quotidiano e non occasionale, diventa insito e imprescindibile avere quest’attenzione in ogni intervento, una prassi a Thiene consolidata da anni. Per fare un esempio: gli attraversamenti pedonali illuminati rialzati che eliminano dislivelli e garantiscono accessibilità sono stati concepiti così sin dalla fase progettuale; allo stesso modo tutte le manutenzioni eseguite sui diversi marciapiedi per asfaltature o tutte le recenti piste ciclabili, così come tutte le manutenzione di quelle esistenti, come quella lungo la roggia Malcantone, fino all’intervento in corso su tutti gli accessi alla stessa sede municipale, hanno come obiettivo l’adeguamento per permettere il transito di carrozzine e passeggini e l’accessibilità a tutti.

In conclusione, con piena onestà intellettuale, mi sento di tranquillizzare i molti cittadini che come noi hanno a cuore questo aspetto. Un aspetto, come dicevo all’inizio, così importante che ritengo non deve essere nel modo più assoluto strumentalizzato. L’attenzione di quest’Amministrazione al tema dell’eliminazione delle barriere architettoniche per una città sempre più accessibile è un impegno concreto e quotidiano, non dell’ultima ora. Chi non vuole fare polemica ha visti risolti nel tempo innumerevoli situazioni e apprezza il lavoro che stiamo facendo».

Thiene, 04 aprile 2022

Fonte Comune di Thiene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *