Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Schio: ricomposizione e prevenzione di dissesto idrogeologico

Schio: ricomposizione e prevenzione di dissesto idrogeologico

Schio: ricomposizione e prevenzione di dissesto idrogeologico

PROSEGUONO GLI INTERVENTI DI RICOMPOSIZIONE E PREVENZIONE DEL DISSESTO IDROGEOLOGICO

A pieno ritmo le opere di ricomposizione e prevenzione di dissesto idrogeologico. Nello specifico in contra’ Rive di Poleo è stato ultimato l’intervento di sistemazione di uno smottamento di materiale a valle della sede stradale con il consolidamento della soletta in calcestruzzo, la realizzazione di una nuova muratura di sostegno con fondazione in micropali, la posa di nuovi guard rail e il ripristino del fossato a monte del tratto di strada con materassi drenanti. Nel corso dell’estate, poi, si procederà con l’asfaltatura della strada.

Anche in contra’ Momelati è stato concluso un intervento di sistemazione di uno smottamento a valle della sede stradale grazie a una serie di terre rinforzate dove è stato fissato un cordolo con micropali e tiranti. Così come in contra’ Bonati con la sistemazione di uno smottamento del ciglio di valle, stabilizzando il versante attraverso una serie di gabbionate tirantate. Nelle scorse settimane, poi, è stato ripristinato anche il manto stradale.

Sono in corso, invece, le opere lungo la strada Poleo-Santa Caterina, iniziate con il risanamento della carreggiata stradale nel tratto sotto il cimitero di Poleo e con la realizzazione di un cordolo in calcestruzzo chiodato per il contenimento del ciglio stradale. Si sta procedendo, poi, con la sistemazione di alcuni dissesti presenti prima di contrada Ravagni, nel tratto Ravagni-Corobolli e in contrada Zanei.

Gli ultimi interventi del piano, proseguiranno con la sistemazione di un cedimento del ciglio a valle della strada di accesso in via Rive di Magrè e in contra’ Reghellini in prossimità del corso d’acqua. Gli interventi sono stati affidati all’impresa GeoAlpi di Feltre e il costo complessivo del progetto è di circa 400mila euro.

«È in piena attuazione il corposo progetto che vede importanti interventi di ricomposizione e prevenzione del dissesto idrogeologico – dice il Sindaco Valter Orsi -. A queste opere, finanziate con risorse proprie del Comune, si aggiungeranno presto altri lavori per la messa in sicurezza delle aree collinari per un valore di 1 milione e 200mila euro, ricevuti tramite un bando ministeriale a cui abbiamo partecipato. Si tratta di interventi strategici che, per le loro caratteristiche, non saranno colti nell’immediato dalla maggior parte popolazione ma che sono necessari per garantire la sicurezza e la fruibilità di una porzione importante del nostro territorio collinare».

Compiacimento per la continuazione del progetto viene espressa anche dal Consigliere Comunale Renzo Sella, delegato alle aree montane e collinari. «Si tratta di un percorso importante nei confronti di un territorio di grande valore, ma che mostra anche le proprie fragilità – dice -. La continuità degli interventi è necessaria per i ripristini, ma lo è anche in modo particolare per la prevenzione. Nonostante il momento in cui le risorse in entrata del Comune hanno subito una diminuzione, non vogliamo mancare nel mostrare la nostra responsabilità sia in modo diretto che con la ricerca di finanziamenti esterni. Ottimo il lavoro svolto anche con la Provincia di Vicenza che ha provveduto ultimamente all’asfaltatura del tratto stradale di propria competenza».

In allegato alcune foto prima e dopo gli interventi

Schio: ricomposizione e prevenzione di dissesto idrogeologico
Contrà Momelati pre intervento
Schio: ricomposizione e prevenzione di dissesto idrogeologico
Contrà Momelati post intervento

www.comune.schio.vi.it

Fonte Comune di Schio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *