Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

comune

Thiene: Comune e Pubblici Esercizi insieme per contrastare gli schiamazzi notturni

Il riposo notturno è un bene comune, da salvaguardare con particolare riguardo: con questo intento è stato sottoscritto nelle settimane scorse tra Comune di Thiene e ConfCommercio di Thiene il Protocollo d’Intesa per la prevenzione dell’inquinamento acustico.

«L’impegno del Comune e dei gestori dei Pubblici Esercizi c’è per venire incontro alle giuste esigenze dei residenti – è il commento del Sindaco, Giovanni Casarotto -. Ci auguriamo, ora, che anche clienti ed avventori vogliano accogliere questi indirizzi e osservare un comportamento rispettoso ed educato, attenendosi ai nuovi orari che abbiamo concordato insieme e avendo riguardo per chi sta riposando in quelle ore notturne».

«Desideriamo sottolineare il ruolo importante che bar e ristoranti esercitano nel centro cittadino – spiega Renato Corrà, membro di Giunta di ConfCommercio Thiene -. Assieme ai negozi di prossimità, svolgono una funzione sociale, perché riescono a creare una comunità nel territorio grazie a momenti di inclusione, aggregazione e socialità. L’importanza di questa funzione si è vista dopo il lockdown, perché la gente ha avvertito un grande bisogno di ritrovarsi e di comunicare, riconoscendo i pubblici esercizi come luoghi privilegiati a tal fine».

«Consapevoli di questo ruolo e sensibili al convivere con gli abitanti del centro, gli operatori della categoria pubblici esercizi hanno sottoscritto l’accordo che indubbiamente limita l’orario più ampio loro consentito dal Decreto-legge n. 223 del 2006. – spiega Basilio Tommasini, Presidente dei Pubblici Esercizi – È un sacrificio che può determinare un’ulteriore contrazione di fatturato dopo le chiusure Covid che hanno fortemente penalizzato i loro bilanci al limite della sopravvivenza. L’opinione pubblica deve conoscere che, molto spesso, grida e schiamazzi, sono originati da persone non appartenenti alla loro abituale clientela. Spesso, risulta difficile zittire, anche con modi cortesi, persone estranee che sostano a fianco dei loro esercizi anche dopo l’orario di chiusura. Auspichiamo che con l’impegno degli operatori, la collaborazione dell’Amministrazione, l’aiuto delle Forze dell’Ordine e della Polizia Locale, si possa conciliare il sano bisogno di aggregazione e divertimento con comportamenti urbani improntati alla convivenza».

«Plaudo ai gestori dei bar – è il commento di Andrea Zorzan, assessore al Commercio – che in un momento così complicato per le attività economiche del Centro hanno colto la bontà delle nostre richieste e si sono impegnati a garantire il rispetto delle varie esigenze che insistono in una città significativa come la nostra».

L’intesa trae origine dalla necessità di coinvolgere i titolari delle attività di somministrazione di alimenti e bevande nel soddisfare le esigenze di tranquillità e riposo della cittadinanza, in un’ottica di collaborazione che concorra a ridurre situazioni di conflittualità tra i portatori dei due opposti interessi.
L’accordo riguarda tutte le attività di somministrazione di alimenti e bevande del territorio comunale, come bar, ristoranti, pizzerie, gelaterie, kebab e così via.
Nello specifico ConfCommercio si impegna a sensibilizzare i pubblici esercizi in merito all’opportunità di non far entrare nessun nuovo avventore dalle ore 01:30 di notte, di chiudere completamente l’esercizio entro le ore 02:00 di notte, di invitare gli avventori a non causare disturbo ai residenti nei momenti di ingresso e di uscita dal locale, di invitare gli avventori a non intrattenersi, schiamazzando, fuori dall’esercizio.
Da parte sua il Comune si impegna a garantire il servizio della Polizia Locale fino alle ore 03:00 di notte il venerdì ed il sabato (giorni in cui si verificano i momenti di maggiore criticità per la tutela della quiete pubblica) e fino alle ore 24:00 dalla domenica al giovedì.

«Con questo accordo – conclude Fabio Zardo, Presidente dei Commercianti del Centro Storico – ci auguriamo sia valorizzato l’aspetto attrattivo che il Centro Storico di Thiene conserva e sia riconosciuto agli operatori, lo sforzo quotidiano per offrire un servizio sempre più qualificato ed apprezzato».

Thiene informa
a cura del Comune di Thiene

Foto copertina – archivio – L. Torresendi

Thiene Protocollo Bar 02

Un commento su “Thiene: Comune e Pubblici Esercizi insieme per contrastare gli schiamazzi notturni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *