Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Arte

Arte Digitale, Nft (non-fungible token) e Criptovalute

Cari lettori,
come ogni mese ci ritroviamo a parlare di ARTE per approfondire conoscenze o essere incuriositi da qualche nuova informazione che vi viene proposta da questa rubrica che non ha nessuna pretesa se non quella di instillare curiosità e cercare di avvicinare il maggior numero possibile di lettori a quello che possiamo considerare il più grande patrimonio d’Italia, l’ARTE.

Proprio per fare questo ogni mese vi propongo articoli diversi e molto variegati nel genere, con un linguaggio semplice per raggiungere tutti che non vuole per questo essere banale.
Siamo quasi giunti alla fine di un altro anno trascorso assieme e mi sento di dover tirare un po’ le somme di questo 2021, anno che ha visto incertezza sanitaria, prospettive economiche altalenanti, proteste civili, confusione scolastica, vincoli e molto altro.

Mi sento per questo di essere lungimirante e di condividere con voi quelle che sono le aspettative per il prossimo anno e di cercare di dare una visione più positiva possibile al futuro di tutti.
Se come da sempre, l’arte funge da oracolo precursore dei cambiamenti dell’umanità, allora proprio in questi momenti di incertezza dovremmo rivolgerci a lei per capire i cambiamenti che avverranno e cosa ci aspetterà il futuro.

In questo anno così difficile per molti versi, abbiamo migliorato i rapporti e continuato a lavorare anche a distanza tramite l’utilizzo della tecnologia, al ragionamento trasversale grazie alle neuroscienze, ad utilizzare l’arte digitale, ad investire in criptovalute.
La tecnologia, si è così evoluta in questi anni di Pandemia da essere il primo mezzo non solo di comunicazione ma anche di scambio economico finanziario.
Ora è possibile acquistare un’opera digitale, ma che cos’è un’opera digitale? Vi chiederete….
Partiamo con il raccontare un primo record, ossia la vendita all’asta da Christie’s per ben 69,3 milioni di dollari di un’opera digitale, si tratta di un “collage” virtuale dell’artista americano Beeple dal titolo “Everydays: the first 5000 days” che sfrutta gli oramai famosi NFT (non fungible token) e la tecnologia Blockchain.
Parliamo di un mondo nuovo, di una nuova rete business la Blockchain, registro condiviso e immutabile che facilita il processo di registrazione delle transazioni e di tracciamento.
Considerando quindi che stiamo scrivendo un nuovo capitolo della storia dell’arte, gli NFT sono beni non fisici, fino ad ora usavamo oggetti fisici e il denaro (banconote e monete) mentre non fungibile significa che possiedo un qualcosa di non fisico, in questo caso digitale, che ha un suo specifico valore e che è unico e certificabile.
Quindi le opere d’arte future verranno immesse in un mercato digitale che sarà certificato digitalmente e che sarà contenuta nel nostro PC.
Ricordo un aforisma di Bill Gates che diceva “La cosa più bella di un computer portatile é che, per quanta roba tu ci possa mettere dentro, non diventa più grande o più pesante.”
Se vi state chiedendo se acquistare un NFT significhi acquistare un’opera d’arte fisica, vi rispondo subito di no. A meno che non sia un caso eccezionale e previsto da alcuni contratti, normalmente si è titolari di un certificato in passatemi la parola “multiproprietà digitale”.
Non mi dilungherò in questioni finanziarie troppo difficili e insidiose ma era solo per darvi un’infarinatura di quello che sarà il futuro del mondo dell’arte e delle opere.
Questo nuovo modo di acquistare opere non si ferma solamente all’arte ma è stato possibile ampliarlo anche al mondo dello sport, per esempio si può essere proprietari del video dell’azione di un calciatore mentre fa goal, o dei momenti più eclatanti della NBA, il tutto ovviamente si scambia con le criptovalute.

Vi lascio quindi con la conclusione che in questi periodi bui siamo riusciti a rivoluzionare il nostro modo di vivere e aprire una finestra consapevole verso un futuro più sostenibile.

Info & Contatti:
operaottava@gmail.comwww.operaottava.it
FB: https://www.facebook.com/operaottava/

Arte da Marte
a cura di Michela Barausse (founder OperaOttava Arte)

Blockchain

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *