Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Ulss 7 Pedemontana informa

Ulss 7 Pedemontana informa

Ulss 7 Pedemontana informa: rientri dai Paesi ad alto rischio, fondamentale il tampone entro 24 ore.

I test possono essere fatti gratuitamente, 7 giorni su 7, presso i Punto Tampone negli ospedali di Asiago, Bassano del Grappa e Santorso. La raccomandazione riguarda soprattutto i cittadini che non hanno completato il ciclo di vaccinazione che rientrano da Regno Unito, Malta, Spagna, Grecia, Slovenia, Croazia, Paesi Bassi, Belgio, Portogallo, Francia, Cipro, Lussemburgo, Romania e Bulgaria
Impedire che gli spostamenti in occasione delle vacanze diventino il vettore attraverso il quale il virus possa accelerare la sua diffusione, creando le premesse per una “quarta ondata”. Con questo obiettivo, l’Ulss 7 Pedemontana lancia un appello, riprendendo i contenuti dell’ordinanza emanata nella giornata di ieri dalla Regione Veneto: per tutti i cittadini che rientrano, o anche solo transitano, dai Paesi europei che negli ultimi giorni hanno registrato un significativo incremento dei nuovi casi è fortemente raccomandata l’esecuzione di un tampone entro 24 ore dal loro arrivo in Italia.
La raccomandazione riguarda soprattutto i cittadini non ancora vaccinati, o che non hanno completato il ciclo vaccinazione, che rientrano da Regno Unito, Malta, Spagna, Grecia, Slovenia, Croazia, Paesi Bassi, Belgio, Portogallo, Francia, Cipro, Lussemburgo, Romania e Bulgaria, o vi hanno transitato negli ultimi 14 giorni. Per una maggiore cautela, possono fare comunque il tampone, sempre su base volontaria, anche i soggetti vaccinati.
È possibile svolgere il test direttamente negli aeroporti o nei porti, per chi rientra in aereo o in nave, mentre per tutti gli altri – e quanti per qualche motivo non riescono a effettuarlo direttamente appena sbarcati – possono sottoporsi al test direttamente nei punti tampone degli ospedali dell’ULSS 7 Pedemontana, in modo del tutto gratuito.

I punti tampone sono attivi 7 giorni su 7, dalle 7.00 alle 21.00 presso gli ospedali di Bassano del Grappa e Santorso, mentre ad Asiago è attivo tutti i giorni dalle 7.00 alle 13.00 (proprio dal prossimo fine settimana l’orario di attività sarà esteso anche nei week end – in precedenza il sabato e la domenica dalle 7.00 alle 8.00 – sia per favorire l’adesione alla campagna di tamponi su base volontaria, sia in considerazione dell’incremento dei nuovi casi registrato negli ultimi giorni).
«L’esperienza della scorsa estate ci ha insegnato come purtroppo i viaggi per le vacanze possono essere un’occasione di contagio – sottolinea il Direttore Generale dell’ULSS 7 Pedemontana Carlo Bramezza -. Proprio alla luce di questa esperienza e delle drammatiche conseguenze che ha avuto sotto forma di una seconda poi di una terza ondata, facciamo un appello a tutti i cittadini di rientro dai Paesi che stanno già registrando una maggiore circolazione del virus: effettuate il tampone subito, o comunque entro le 24 ore. In molti Paesi, tra i quali figurano mete turistiche popolari, il numero di nuovi casi giornalieri è allarmante».
Una precauzione, quella del tampone a rientro, che il rischio-varianti rende ancora più determinante: «I dati – prosegue Bramezza – indicano che in molti di questi paesi la variante Delta, e non solo quella, è assai più diffusa rispetto all’Italia, pertanto i viaggiatori provenienti da quegli Stati rappresentano un rischio doppio: non solo hanno una maggiore probabilità di avere contratto il Covid, ma se positivi possono contribuire alla diffusione anche nella nostra comunità delle varianti più aggressive del virus. Per questo motivo lo ripeto ancora una volta: facciamo il tampone al rientro dalle vacanze, è un atto di attenzione verso se stessi e verso i propri casi e un dovere civico».

Dal sito dell’Ente a cura della Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *