Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

biennale

Arte da Marte: c’è Biennale e Biennale

Esposizione internazionale d’arte di Venezia, c’è Biennale e Biennale.

In questi giorni stavo riflettendo nuovamente a causa dei numerosi contagi Covid-19 se si riuscirà a fare nel 2022 la Biennale di Venezia, ovvero l’esposizione internazionale d’arte di Venezia.

Gli ultimi dati non sono ottimistici ma spero davvero nella vaccinazione collettiva e che tutto ritorni alla “normalità”.

Ad ogni modo mi sono chiesta se la maggior parte delle persone conoscesse questa famosissima manifestazione e se davvero ne comprende l‘importanza, ecco perché ho deciso di dedicare la rubrica di questo mese per raccontare un po’ di quella che possiamo considerare una delle eccellenze Italiane.

La Biennale di Venezia nasce ben 126 anni fa, grazie ad una fondazione culturale che per la prima volta al mondo organizza un’esposizione biennale con il fine di stimolare l’attività artistica e il mercato dell’arte nella città di Venezia e nell’Italia da poco unificata.

Il nome Biennale deriva proprio dalla cadenza ogni due anni dell’esposizione anche se l’importanza di questo evento fa sì che il termine sia utilizzato come sinonimo di grande evento internazionale a prescindere dalla cadenza effettiva.

I padiglioni della manifestazione sono collocati presso i giardini della Biennale e ospitano le nazioni che partecipano in modo permanente.

“La Biennale di Venezia si è posta all’avanguardia nella promozione delle nuove tendenze artistiche e organizza manifestazioni nelle arti contemporanee secondo un modello pluridisciplinare unico. “

La storia della Biennale ha radici lontane. Le origini risalgono al 1895 con la prima Esposizione Internazionale d’Arte che attraverserà tutto il ‘900 per arrivare, nel 2019, alla 58esima edizione. Nel 1932 La Biennale diede vita alla Mostra d’Arte Cinematografica, il primo festival cinematografico mai organizzato nel mondo, che assieme alla Musica (dal 1930), al Teatro (dal 1934), all’Architettura (dal 1980) e alla Danza (dal 1999) compongono la composita e peculiare offerta culturale della Biennale. Le Mostre di Arte e di Architettura sono costituite da tre pilastri, ovvero la Mostra Internazionale, a cura del Direttore del Settore, nominato con questo preciso compito, le Mostre ai Padiglioni Nazionali, allestite dal curatore nominato dal Commissario di Padiglione e gli Eventi Collaterali, approvati dal curatore della Mostra Internazionale della Biennale. Questo modello ha dato vita a una singolare pluralità di voci, per realizzare la quale sono stati ampliati – per necessità strategica – gli spazi espositivi con un importante restauro dell’Arsenale ancora in corso. Alla Biennale Arte, il cui numero dei Paesi Partecipanti è passato da 59 (nel 1999) a 85 nel 2017, è stata riconosciuto il ruolo primario fra le esposizioni d’arte contemporanea nel Mondo, tanto da essere stata considerata “la mamma di tutte le Biennali”. Tale ruolo è oggi stato riconosciuto anche alla Biennale Architettura.

La Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica dall’anno della sua nascita (1932) si svolge al Lido di Venezia e negli anni ha mantenuto e accresciuto la sua posizione di grande prestigio internazionale, in forza della qualità delle selezioni, e anche della recente riqualificazione delle sue sale storiche, delle dotazioni tecnologiche. Inoltre, grazie alla creazione della nuova Sala Giardino, ha aumentato il numero dei posti destinato al pubblico di appassionati.

Negli ultimi anni è stato sensibilmente migliorato il rapporto col territorio, sviluppando le attività della Biennale Educational e visite guidate, svolte con un numero sempre maggiore di scuole della Regione e non solo, diffondendo così la creatività nelle giovani generazioni (5.578 gli insegnanti e 34.671 gli allievi coinvolti nel 2015). Queste attività hanno potuto giovarsi del contributo della Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare e di Giotto, Colore Ufficiale di Biennale Educational della 56. Esposizione Internazionale d’Arte e della 57. Esposizione Internazionale d’Arte. Si è inoltre costruito un rapporto con gli istituti Universitari e di ricerca per visite speciali e la possibilità di organizzare lezioni e seminari in luoghi dedicati all’interno delle Mostre. Nel quinquennio 2012-2017 ben 305 università (103 italiane e 202 straniere) hanno aderito al progetto Biennale Sessions.

È cresciuta l’importanza per tutti i Settori delle opportunità di ricerca e produzione destinate alle giovani generazioni di artisti, in dialogo con maestri riconosciuti, alle quali si è inteso dare nuova sistematicità e continuità attraverso il progetto internazionale denominato Biennale College, attivato per i settori Danza, Teatro, Musica e Cinema. Nel 2017 nasce il primo progetto College dedicato al Virtual Reality e i Direttori di Teatro e Danza hanno aperto il College anche ai giovani registi e ai coreografi.

Nel 2016 La Biennale di Venezia ha aggiunto un nuovo College denominato Interno aperto a stage curricolari per laureandi che vogliano arricchire la propria formazione nelle attività organizzative, gestionali, amministrative, di supporto tecnico, editoriali, di comunicazione, ecc., cioè le attività svolte quotidianamente all’interno della struttura organizzativa della Biennale. Sempre nel 2016, in occasione della 15. Mostra di Architettura, è stata avviata la prima Biennale Summer School in collaborazione con il Victoria and Albert Museum e l’Università di Vienna. (tratto dal sito ufficiale della Biennale di Venezia)

a cura di Michela Barausse (founder OperaOttava Arte)

Info & Contatti:
operaottava@gmail.com www.operaottava.it
FB: https://www.facebook.com/operaottava/

Biennale Venezia

Biennale Venezia

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *