Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Croce Rossa Thienese

Croce Rossa Thiene: aumenta il caldo, cresce la prevenzione al calore estivo

Croce Rossa Thiene: prevenire gli effetti negativi delle ondate di calore è possibile!

Come ci si protegge dalle ondate di calore?
È importante avere delle abitudini che ci permettono di migliorare la nostra resilienza al caldo: indossare indumenti leggeri (cotone o lino) di colore chiaro, usare creme solari per proteggere la pelle e regolare i condizionatori ad una temperatura che non si discosti di più di 6-7 gradi rispetto a quella esterna.

Come fare a prevenire un’ondata di calore?
Con 10 semplici regole comportamentali si è in grado di: limitare l’esposizione alle alte temperature, facilitare il raffreddamento del corpo ed evitare la disidratazione, ridurre i rischi nelle persone più fragili (persone molto anziane, persone con problemi di salute, che assumono farmaci, neonati e bambini molto piccoli).
La migliore protezione è la prevenzione, preferendo uscite nelle ore più fresche della giornata, al mattino prima delle 11:00 e alla sera dopo le 18:00 e favorendo le zone d’ombra.

L’alimentazione è importante nella prevenzione delle ondate di calore?
Sì, è preferibile consumare pasti leggeri, preferire la pasta e il pesce alla carne ed a cibi elaborati e piccanti; consumare molta frutta e verdura. Preferire, inoltre, i pasti semplici, preferendo quattro, cinque piccoli pasti durante la giornata.
È importante bere, anche in assenza dello stimolo della sete.
Si consiglia di bere almeno due litri al giorno, salvo diverso parere del medico, di moderare l’assunzione di bevande gassate e zuccherate e di limitare l’assunzione di bevande che contengono caffeina.

Chi sono i soggetti più esposti ad un’ondata di calore?
Più esposte ai pericoli del caldo sono le persone anziane, in particolare se soffrono di malattie cardiovascolari o respiratorie croniche, ipertensione, insufficienza renale e malattie neurologiche, e quelle non autosufficienti, poiché dipendono dagli altri per regolare l’ambiente in cui si trovano e per l’assunzione di liquidi.
Particolare attenzione va rivolta ai neonati e ai bambini: per la ridotta superficie corporea e la mancanza di una completa autosufficienza, possono essere esposti al rischio di un aumento eccessivo della temperatura corporea e a una disidratazione.

Quali sono i principali sintomi?
Il primo sintomo è un improvviso malessere generale, poi mal di testa, nausea, vomito e sensazione di vertigine, fino ad arrivare a stati d’ansia e stati confusionali.
Si può avere perdita di coscienza.
La temperatura corporea aumenta rapidamente (in 10-15 minuti) fino anche a 40-41° C, la pressione arteriosa diminuisce repentinamente, la pelle appare secca ed arrossata, perché cessa la sudorazione.

Che cosa fare nel caso di un colpo di calore?
Nel caso in cui si avvertano i sintomi di un colpo di calore, occorre chiamare il 118. Nell’attesa distendere la persona in un luogo fresco e ventilato, con le gambe sollevate rispetto al resto del corpo. Per abbassare la temperatura corporea porre una borsa di ghiaccio sulla testa, avvolgere la persona in un lenzuolo o un asciugamano bagnato in acqua fredda.
Se vigile reidratare con acqua fresca, non fredda, a piccoli sorsi.

Croce Rossa Italiana
Comitato di Thiene
thiene@cri.it – https://www.crithiene.it/
0445/364867 H24 7/7

a cura della Croce Rossa Comitato di Thiene

Croce Rossa Thiene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *