Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

tommaso pasquotti

Schio informa: un’opera dell’artista Tommaso Pasquotti in dono al Comune

Un’opera dell’artista Tommaso Pasquotti in dono al Comune di Schio.

La Collezione Civica si è arricchita di una nuova opera. La sezione scledense di Italia Nostra, infatti, ha donato al Comune di Schio un ritratto a carboncino su cartone (50x38cm) raffigurante probabilmente Giovanni Rossi, primogenito di Alessandro, firmato dal pittore Tommaso Pasquotti.

«Siamo grati a Italia Nostra per la donazione di questa preziosa e interessante opera – dice l’assessore alla cultura, Barbara Corzato –. Verso la fine dell’Ottocento Pasquotti era il ritrattista preferito degli scledensi e molti suoi ritratti sono tutt’ora presenti nelle case delle antiche famiglie della città».

Nato nel 1859 e originario di Conegliano, Pasquotti studiò all’Accademia di Belle Arti di Venezia.
In seguito, si trasferì a Schio, dove insegnò pittura e arti decorative. Svolse molteplici attività, come pittore, restauratore, docente e ispettore dei monumenti e degli scavi. Legato alla tradizione accademica, fu autore di dipinti e affreschi per una trentina di chiese del Veneto, tra cui a Schio il duomo con la Via Crucis e alcune pale d’altare e per la chiesa di San Giacomo. Presentò ritratti alle esposizioni di Venezia (1887), Genova (1892) e a Roma nel 1906 partecipò con il ritratto dell’on. Antonio Toaldi, ora in Municipio. È anche autore di alcuni dei tondi raffiguranti i poeti che decorano il fregio del ridotto al Teatro Civico.

Fonte Comune di Schio

pasquotti_italia_nostra_1

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *