Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Calcio Schio: unione tra sport e cultura da oltre 115 anni

Calcio Schio: unione tra sport e cultura da oltre 115 anni

Calcio Schio: unione tra sport e cultura da oltre 115 anni. A scriverne un nuovo capitolo è la società del presidente Devis Vallortigara che, grazie ai successi della Prima Squadra nella stagione 2019-2020, ritrova dopo 15 anni la categoria d’Eccellenza. «Il Calcio Schio è un’unica squadra che parte dai piccoli delle giovanili e culmina nella Prima Squadra – dichiara il presidente –. Da tempo stiamo portando avanti un progetto di crescita con umiltà e modestia mossi da sacrificio e spirito di appartenenza anche verso la città».

La promozione in Eccellenza rappresenta, perciò, per il club giallorosso un ulteriore passo in avanti di un ampio progetto di crescita ancorato al territorio. In primis, lo sviluppo di un importante settore giovanile dai Piccoli Amici al gruppo Juniores.

Il calcio a Schio è quindi sinonimo di unione. Tra sport e cultura. Ne è un esempio la maglia delle giovanili che valorizza i simboli e la storia della città, dal Duomo al monumento al tessitore fino al castello. Tra sport e cittadinanza. La creazione di una Club House tra le mura dello stadio De Rigo ne è un altro simbolo: un nuovo spazio di ritrovo per città, atleti, tifosi e per tutti gli amanti dello sport.

Nel 2020 il Calcio Schio si è fatto testimone, inoltre, di unione tra sport e musica intraprendendo un nuovo percorso insieme ai LOST, noto gruppo musicale italiano composto da Walter Fontana, Roberto Visentin e Luca Donazzan, musicisti provenienti da Schio, Thiene e Vicenza. Negli anni la band ha scalato le classifiche, collezionando numerosi successi a livello nazionale ed europeo. Partendo da piccole realtà, con determinazione e passione, i Lost hanno inseguito i sogni e raggiunto importanti traguardi, diventando un simbolo per il nostro territorio.

Nasce da qui l’idea della società di avere la voce della band come colonna sonora del mondo giallorosso. Il calcio vuole farsi strumento di integrazione ed educazione, unendo le arti ed esaltando i talenti. La canzone creata dai Lost “Tra Le Mani Un Sogno”, che risuona allo stadio prima di ogni partita ed è disponibile dallo scorso ottobre nelle piattaforme digitali, lancia ogni giorno un messaggio alla città, ai giocatori e a tutti noi che inseguiamo sogni.

«Il Calcio Schio deve rappresentare un punto di riferimento per tutti i ragazzi dell’Alto Vicentino – si unisce il direttore sportivo Ennio Dalla Fina –. Siamo una realtà importante del calcio dilettantistico, ma il mio sogno è quello di fare in modo che tutti i quartieri di Schio e dintorni si sentano scledensi onorando questa città. Stiamo facendo cose importanti non solo in prima squadra e stiamo dando lustro al movimento giovanile con squadre regionali di ottimi risultati. Il Calcio Schio merita di più e il presidente si sta impegnando per portarlo dove merita. L’obiettivo è risvegliare l’antica passione che c’era in passato per questi colori unendo tutte le squadre ed essere un’unica forza. Ci auguriamo che la prossima stagione lo stadio torni a riempirsi come un tempo».

Schio Sport – a cura di Schio Sport Città di Schio

Quì a seguito le parole di Aldo Munarini, Assessore allo Sport Città di Schio:

Siamo nel periodo in cui Schio si é candidata, di fronte alla commissiona di Aces Europe, in visita alla Città, per essere Città Europea dello sport 2023.

Proprio nel mio saluto alla commissione durante la conferenza di presentazione ho detto che questa candidatura parte da lontano, con più di cento associazioni sportive presenti, tra le quali anche il Calcio Schio superano i 100 anni di storia sportiva.

Addirittura la società di ginnastica Schio, poi diventata Fortitudo 1875, nata ancora prima della prima Olimpiade di Atene, svolgeva come polisportiva anche l’attività di calcio, fino a quando non si costituì il Calcio Schio nel 1905

Il primo campo sportivo fu costruito dal comune di Schio fu proprio il campo del littorio (simbolo dell’allora regime ed il cui emblema é ancora presente sulla parte vecchia della tribuna, nato nel 1930 ed ora diventato stadio De Rigo, che stiamo ristrutturando con la costruzione di un campo sintetico di allenamento già in utilizzo ed una nuova club house in fase di completamento.

Tutto questo per dire come questo progetto sportivo sia un progetto sportivo di riferimento per la nostra città e tra l’altro mi ha visto personalmente crescere con questi colori, sia come giocatore che come allenatore ma soprattutto come uomo, perchè la valenza dello sport incide soprattutto nella propria formazione e crescita personale.

Il progetto sportivo sta crescendo molto da quando il presidente Vallortigara ne ha preso il timone e devo dire che soprattutto a livello giovanile si stanno buttando le basi per costruire un futuro che possa garantire alla società di vedere vestire la maglia della prima squadra giallorossa, giovani che escono proprio da questo vivaio, perchè possa sempre più accrescere tra loro quel senso di appartenenza che diventi distintivo per un movimento sportivo che vuole rappresentare la nostra città.

Anche il miglioramento delle strutture sportive nel territorio, con la costruzione di nuovi campi sintetici anche nei diversi quartieri, sta a significare quanto questa Amministrazione creda in una crescita generale dei nostri vivai, con l’ obbiettivo che non ci nascondiamo di sostenere, che un giorno possa nascere un unico grande settore giovanile, rappresentativo del territorio, e che esca da quella logica di piccolo campanile, che soprattutto in questi momenti così difficili anche per lo sport, non ha più senso di esistere….crescere INSIEME per diventare più forti, in un  progetto condiviso di una grande “Città per lo Sport”

Aldo Munarini – Assessore allo Sport Città di Schio

Calcio Schio: unione tra sport e cultura da oltre 115 anni
L’attuale capitano Marco Talin
Calcio Schio: unione tra sport e cultura da oltre 115 anni
Il bomber Simone Primucci
Calcio Schio: unione tra sport e cultura da oltre 115 anni
Giocatori in allenamento (in primo piano Francesco Pilan e Alberto Bevilacqua)
Calcio Schio
I giocatori Davide Pizzolato (in basso), Edoardo Ferretto ed Enoch Gyimah

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *