Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Cittadinanza onoraria al “Milite Ignoto” a Villaverla

Conferimento della cittadinanza onoraria al “Milite Ignoto”

Il 4 novembre 2021 sarà celebrato il Centenario della traslazione e della solenne tumulazione del Milite Ignoto nel sacello dell’Altare della Patria a Roma. La sua storia iniziò per l’appunto 100 anni fa quando il 4 agosto del 1921 il Parlamento italiano approvò la Legge sulla “Sepoltura della Salma di un Soldato Ignoto”. Maria Bergamas fu la donna scelta in rappresentanza di tutte le donne d’Italia che avevano perso un figlio nel corso della Prima Guerra Mondiale, del quale non furono mai restituite le spoglie. La salma prescelta, dopo un lungo viaggio da Aquileia, fu tumulata presso l’Altare della Patria e divenne il simbolo del sacrificio e del valore dei Combattenti e degli oltre 650.000 Caduti del primo conflitto mondiale.
Vale la pena riportare anche la motivazione per la quale il 1° novembre 1921 fu conferita al Milite Ignoto la Medaglia d’Oro al Valor Militare: “Degno figlio di una stirpe prode e di una millenaria civiltà, resistette inflessibile nelle trincee più contese, prodigò il suo coraggio nelle più cruente battaglie e cadde combattendo senz’altro premio sperare che la vittoria e la grandezza della Patria”.
Quel valoroso soldato riuscì ad unire un intero popolo senza distinzione alcuna di credo politico o religioso.
Tutti noi abbiamo rivolto almeno una volta, in silenzio, una preghiera in sua memoria. Lo abbiamo fatto durante le tradizionali cerimonie annuali legate alla Prima Guerra Mondiale o visitando i luoghi della Grande Guerra che tanto lontani da Villaverla non sono.
Proprio perché percepito come “di tutti” il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità nel corso della seduta del 31 marzo il conferimento al Milite Ignoto della Cittadinanza Onoraria del Comune di Villaverla.
“Ad ogni cerimonia davanti ai Monumenti ai Caduti di Novoledo e Villaverla ci uniamo nel ricordo di coloro che sacrificarono la propria vita in nome della libertà che oggi noi tutti possiamo godere – spiega il sindaco Ruggero Gonzo. Quello della cittadinanza onoraria è un riconoscimento che l’amministrazione comunale ha fin da subito accolto positivamente, un gesto semplice ma ricco di significato soprattutto nell’anno in cui ricorre il Centenario della tumulazione. Il Milite Ignoto è il simbolo di una patria e di un intero popolo e con il conferimento della cittadinanza onoraria andiamo a rafforzare questo spirito di unione e fratellanza”.
Ricordare e conoscere la nostra storia è di fondamentale importanza, soprattutto per i più giovani: saranno loro che in un futuro ormai prossimo avranno il dovere di coltivare e difendere questi valori di libertà, di pace e di democrazia per i quali i nostri nonni o padri hanno combattuto e sacrificato la propria vita.

A cura del Consigliere Delegato Rodighiero Davide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *