Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Conclusi i lavori in contrada Acqusaliente, Reghellini e Bernardi

Come da crono programma si sono conclusi nei primi giorni di aprile  i lavori sulla strada tra contrada Acquasaliente e Laita e su contrada Reghellini, chiuse al traffico veicolare dopo i movimenti franosi causati dall’eccezionale ondata di maltempo dello scorso dicembre. Non solo: sono stati ultimati anche gli interventi di sistemazione della strada interna alla contrada Bernardi a Monte Magrè. Conclusi i lavori in contrada Acqusaliente, Reghellini e Bernardi

«Quest’ultimo intervento si è reso necessario per evitare le profonde erosioni della superficie, già verificatesi a causa delle piogge abbondanti. Più volte, infatti, il personale comunale è stato contattato per intervenire sulla manutenzione del tratto di strada che con le forti piogge diventava impraticabile per un dilavamento superficiale – spiega il Sindaco, Valter Orsi -. Oltre alla sistemazione della superficie stradale con la posa di materiale ghiaioso stabilizzato, i lavori si sono concentrati sulla regimazione delle acque di superficie attraverso la realizzazione di una nuova rete di raccolta. Sulla rete sono stare deviate anche le acque provenienti dai pluviali delle abitazioni, confluendo in un nuovo pozzo drenante posizionato alla fine della contrada».

«Tra contrada Acquasaliente e contrada Laita la strada è già stata asfaltata, mentre quella per raggiungere contrada Reghellini è stata aperta al traffico con un fondo in stabilizzato in modo da permettere un ulteriore assestamento dell’ampia area interessata dal consolidamento. L’asfaltatura definitiva, invece, è prevista nel periodo estivo – continua il Sindaco -. Per quanto riguarda Acquasaliente, poi, saranno realizzate ulteriori opere a margine dell’intervento principale per la captazione della risorgiva sotterranea (incontrata durante l’intervento di consolidamento) attraverso una trincea drenante e una tubazione di deflusso a valle per evitare ulteriori movimenti dei fianchi terrosi della valletta».

Tra contrada Acquasaliente e contrada Laita il movimento franoso aveva interessato la scarpata di sostegno della strada con conseguente crollo di una porzione di carreggiata stradale, che aveva richiesto la chiusura al transito veicolare per motivi di sicurezza. I lavori di ripristino, iniziati a metà febbraio 2021, hanno visto lo sbancamento del corpo di frana, l’infissione di chiodature tirantate, la realizzazione di una fondazione di base in calcestruzzo armato ancorato su micropali, la realizzazione di una nuova muratura di sostegno in bilastre, il reinterro della scarpata franata, il rifacimento del nuovo corpo stradale comprensivo di asfaltatura. Il tutto per un intervento del costo di circa 40mila euro, affidato alla ditta Dal Maistro srl di Monte di Malo.

I lavori di ripristino del movimento franoso in contrada Reghellini, invece, sono iniziati a fine dicembre 2020 e hanno visto lo sbancamento del corpo di frana, con recupero del materiale ghiaioso del sottofondo stradale per il successivo riutilizzo, la realizzazione di micropali per la fondazione di appoggio del nuovo muro di sostegno, l’esecuzione della muratura in bilastre ancorate con chiodature tirantate e, infine, il successivo rifacimento e ripristino del tratto di carreggiata stradale danneggiata.

In questo caso il costo dell’intervento ammonta a 115mila euro, affidato alla Negropal srl di Chiampo.

fonte Comune di Schio

Contrada Rreghellini Schio
contrada Acqusaliente Reghellini e Bernardi
Contrada Acquasaliente Schio
contrada Acqusaliente Reghellini e Bernardi
Contrada Bernardi Schio

logo Gruppo News e tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *