Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Bilancio 2021 Thiene

Il Bilancio 2021 Thiene è nel segno della protezione sociale e sostegno alla ripresa

Bilancio 2021 Thiene – E’ stato approvato dal Consiglio Comunale giovedì 4 marzo scorso il Bilancio di Previsione 2021, l’importante strumento che contiene le linee guida dell’azione amministrativa per l’anno corrente.
«Il Bilancio – spiega il Sindaco, Giovanni Casarotto – è impostato per far fronte alle esigenze di protezione sociale e in un’ottica di rafforzamento e salvaguardia dell’economia e del lavoro. Non prevede alcun inasprimento fiscale ma, anzi, segna continuità con le agevolazioni già varate l’anno scorso per il commercio e pubblici esercizi, così come pure per quegli ambiti delicati su cui l’Amministrazione era intervenuta in primavera e penso, ad esempio, ai contributi a sostegno delle famiglie e delle scuole dell’Infanzia. Il lavoro che abbiamo fatto in questi mesi sui conti è stato attento e ci ha richiesto molto impegno: cito, uno per tutti, la tassa rifiuti che siamo riusciti a tenere stabile, nonostante avrebbe dovuto crescere in modo consistente, un obiettivo che abbiamo raggiunto grazie non solo all’azione svolta sul piano politico, ma anche con l’intervento diretto di risorse comunali. La grande variabile di questo tempo è la pandemia e quindi abbiamo già messo in previsione di dover rimettere mano ai valori contabili e alla programmazione alla luce dell’andamento dell’epidemia, con quanto ne conseguirà dal punto di vista delle oscillazioni nelle previsioni delle entrate, penso ad esempio all’addizionale all’IRPEF e ai fondi di ristoro che saranno erogati dallo Stato, tenendo conto che se è vero che l’arrivo dei fondi finora è stato tempestivo, le regole di utilizzo sono arrivate successivamente e questo ha richiesto rimodulazioni».
Nel Bilancio comunale è stato previsto un fondo ad hoc per l’erogazione di contributi agli operatori economici della città chiamato appunto “per la ripresa”.
In coerenza con le scelte compiute dalla Giunta Casarotto sin dal 2012, i Tributi restano invariati e sono confermate le misure già in vigore. Nonostante le recenti novità legislative sul canone di occupazione suolo pubblico e sull’imposta di pubblicità, diventate un’imposta unica, si è evitato qualsiasi aumento del gettito derivante da queste imposte e, addirittura, per alcune determinate tipologie c’è una diminuzione, ad esempio non sarà più dovuta l’imposta di pubblicità di 50 euro per ogni mezzo o furgone con logo aziendale.
Inoltre è stata prevista la possibilità di esentare dal pagamento del plateatico i pubblici esercizi anche per i mesi del 2021, misura che era già stata adottata nel 2020.
“A Thiene – dichiara il Sindaco – abbiamo tenuto le aliquote sempre contenute per non penalizzare le imprese, tant’è che le stesse categorie economiche ci hanno riconosciuto in questi anni una media di tassazione inferiore a quella provinciale e tra le migliori nel Veneto nella nostra classe demografica, atteso che il Comune ha un territorio economico molto importante.

Il Bilancio in sintesi
Il Bilancio 2021 si chiude con un totale di entrate e spese che ammonta ad euro 44.799.284,07. Di questo importo euro 20.179.815,31 sono il valore delle spese correnti (di cui 734.013,14 euro già finanziati negli anni precedenti), mentre 18.361.081,06 euro è la somma delle spese per investimenti, di cui 10.885.631,56 già finanziati negli anni precedenti.
Aumenta in maniera importante, rispetto agli anni passati, lo stanziamento per i Servizi Sociali e Asili Nido, con un importo di euro 4.117.307,48, comprensivi degli stanziamenti statali e regionali a favore del Comune di Thiene, in quanto ente capofila dell’ambito territoriale sociale.
Nel Bilancio vengono quindi confermate sostanzialmente le spese dell’anno precedente: 1.317.585,00 euro sono destinati alla spesa per la Polizia Locale, così pure per le altre voci di spesa si ripropongono gli stanziamenti del 2020: per l’Istruzione 881.485,37 euro; per la Biblioteca, Teatro e Cultura 1.050.901,25 euro, per le Politiche Giovanili e Sport 379.994,41 euro; per i servizi stradali 943.986,56 euro, per rifiuti e ambiente 3.131.447,22 euro. Gran parte di queste voci di spesa potranno essere condizionate dall’andamento dell’emergenza sanitaria; le eventuali somme non impegnate per le attività sospese verranno dirottate con apposite variazioni di Bilancio, nel corso dell’anno, alle esigenze che di volta in volta si manifesteranno.

L’indebitamento
Il ricorso al debito nel 2021 è previsto per euro 2.440.000,00. Negli ultimi due esercizi, 2019, 2020 si sono contratti alcuni nuovi debiti per opere pubbliche importanti, in primis la palestra per un importo di oltre 7,2 milioni di euro. Questo dopo molti anni nei quali non si è fatto ricorso al debito e di conseguenza si è ridotto in maniera consistente lo stock di debito residuo che, nonostante le nuove accensioni di mutuo, rimane assolutamente sostenibile, anzi si rivela uno strumento fondamentale per il rilancio degli investimenti.

 

logo Gruppo News e tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *