Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Bassano: Patty’ Art Gallery

Bassano: Patty’ Art Gallery

L’arte della rinascita

Ritratti di donne e padri, storie di Passione e natura illustrati dagli artisti di Patty’s Art Gallery

 Sono decine gli appuntamenti che fanno di marzo, il mese del risveglio, un periodo di grande interesse. Dalle feste in onore della donna e della figura paterna alle giornate mondiali per la salvaguardia della natura e delle sue risorse… Sono giorni attraversati dalla Quaresima, per i cattolici un tempo di profonda riflessione che si apre a una nuova consapevolezza spirituale. Sono temi che si ripresentano tutti gli anni, così, per porli sotto una nuova luce, dargli un significato più intimo o trovare un’ispirazione creativa, si potranno seguire i suggerimenti di Patty’s Art Gallery. Vediamoli assieme alla direttrice Patrizia Stefani.

La donna e l’arte

Marzo è un mese particolare, con diverse ricorrenze che interessano la Patty’s Art Gallery e non solo. La prima a balzare agli occhi è la festa della donna. Chi tra i suoi artisti, secondo lei, può rappresentare simbolicamente questa data? Le viene in mente qualche opera in particolare?

Per gli artisti di Patty’s Art Gallery in effetti la donna è un soggetto che ricorre di frequente. Esprime bellezza e grazia, come nei ritratti di Claudia Salvadori, o rappresenta dolcezza e sensibilità, come nelle sculture di Silvano Caldini. Nella perfezione scultorea di Maurizio D’Agostini, invece, la donna è vista come una figura importante, austera, spesso una bellissima regina. Che dire poi delle straordinarie rappresentazioni della femminilità nei dipinti su affresco di Fiorenzo Sasia… E ancora, mi vengono in mente le figure di Carla Tomatis, in arte Carlà, dove la donna è rappresentata in un misto di gioia e malinconia, in una vivacità di colori e forme.

Nella sua galleria ci sono molte artiste: che cosa accomuna queste donne nella loro creatività?

La particolarità delle artiste di Patty’s Art Gallery è proprio la loro singolarità. Non vedo somiglianze, ognuna di loro è assolutamente perfetta nella propria originalità e lo si può notare anche in ciascuna creazione.

Padri e figli

Avanzando nel calendario, troviamo segnata anche la festa del papà. Nella sua galleria diversi lavori parlano della figura paterna, del legame tra padri e figli…

Eh già, la festa del papà, una ricorrenza per festeggiare una figura di rispetto nella famiglia, fondamentale per l’educazione quotidiana. Molto bella e significativa è l’opera Con papà di Fiorenzo Sasia, dove una bimba osserva attentamente il padre mentre lavora.

Magnifico poi lo straordinario orologio, fedele all’originale d’epoca svizzero marcato Humbert Ramuz, di Daniele Cazzola, un’opera di 1,82×1,82 m dove vengono riprodotte tre generazioni: l’autore ha infatti rappresentato sé stesso, suo figlio e il nipotino. Assolutamente da vedere.

Rimanendo sulla figura del padre, ma alzandoci di livello, non possiamo fare a meno di notare che molti suoi artisti trasmettano il fascino che la religione cattolica e, nello specifico, la figura del Cristo suscitano in loro. La Passione e la croce sono due soggetti che ritroviamo ripetutamente…

Sì, vero. La figura del Cristo è spesso rappresentata dagli artisti di Patty’s Art Gallery. Sono da apprezzare la struggente passione di Carla Tomatis e l’imponente scultura del Cristo nudo di Silvano Caldini così come la rappresentazione scultorea in rete metallica di 100×80 cm di Grey: qui Il Cristo viene pensato nella sua umanità, una preghiera rivolta a ciascuno di noi.

Un risveglio artistico e ambientale

Marzo è però anche il mese del risveglio delle energie, della natura. Se adesso avesse di fronte

tutte le opere pittoriche, le sculture e le foto della sua galleria, quali indicherebbe come rappresentative di questa primavera?

Ce ne sono diverse. Senza dubbio una scultura mozzafiato di Maurizio D’Agostini che rappresenta una donna dalle fattezze leggiadre e sinuose. Poi le poetiche fotografie di Cristina Madeyski dove la natura è immortalata in un turbinio di colori tipici primaverili. Ancora, le fotografie d’arte di Giulia Quaranta Provenzano: la trasparenza del suo bel mare ti fa venire voglia di entrarvi, di toccarlo, mentre l’opera Dì di sole è un inno al desiderio di stare all’aperto e godere di una mite giornata.

A proposito di natura, questo mese è ricco di giornate internazionali (il 3, il 21 e il 22 marzo) che ci ricordano quanto la flora e la fauna debbano essere salvaguardate, per non parlare di risorse come l’acqua. Se volesse organizzare una mostra a tema ambientale, chi non potrebbe mancare?

Senz’altro uno degli artisti che condanna la fragile condizione del mondo, Norberto Civardi. Nell’opera Impostori n.8 rappresenta il dramma di un pianeta che sta bruciando. Anche Daniele Cazzola è molto sensibile al tema e, ancora, il geniale Pietro Lembo, che con il suo stile ironico-surrealista racconta la nostra quotidianità, legata all’ambiente circostante, con le sue vivaci contraddizioni.

Patrizia Stefani-Patty's Art Gallery
Patrizia Stefani-Patty’s Art Gallery
i-terrapiazzisti-pietro-lembo
i-terrapiazzisti-pietro-lembo
impostori-n8-Norberto Civardi
impostori-n8-Norberto Civardi
Il Cristo di Grey
Il Cristo di Grey
gli-ingranaggi-del-tempo-daniele-cazzola
gli-ingranaggi-del-tempo-daniele-cazzola
con-papa-fiorenzo sasia
con-papa-fiorenzo sasia
primavera - maurizio d'agostini
primavera – maurizio d’agostini

Patty’ Art Gallery a cura di Antonella Pasinato (Ufficio Stampa)

Bassano: Patty’ Art Gallery

Gruppo News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *