Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Vicesindaco di Zanè dott. Giuseppe Pozzer

Zanè: bilancio di previsione 2021

Zanè: bilancio di previsione 2021

Chiudere il bilancio di previsione 2021 è stata un’impresa impegnativa. Sarebbe stato facile far quadrare i conti adeguando le aliquote a quelle che vediamo applicate nei paesi limitrofi. Anche per quest’anno invece, allo scopo di essere in maniera concreta vicini ai nostri concittadini in questo difficile periodo, ci siamo imposti di mantenere inalterate le aliquote IMU e l’addizionale IRPEF allo 0,35%. Nei comuni dell’Alto Vicentino l’addizionale comunale è per lo più attorno allo 0,7/0,8 %.  Un adeguamento di tale aliquota avrebbe consentito all’Amministrazione di gestire un aumento di gettito di € 350.000,00/ 400.000,00.

Questo significa che una famiglia media di Zanè con un reddito complessivo di € 40.000,00 versa al Comune € 140,00 all’anno, in luogo dei € 280,00/320,00 versati dalla stessa famiglia se residente in altri Comuni vicini. A ciò si aggiunge l’esenzione dal tributo per i redditi inferiori ai € 10.000.

In questi ultimi anni le entrate per la spesa corrente sono continuamente diminuite. I contributi dallo Stato a compensazione del mancato gettito dell’IMU sulla prima casa si sono progressivamente assottigliati. La trasformazione di 65.000 mq di aree edificabili in aree verdi ha portato un beneficio da un punto di vista ambientale, ma un mancato introito nelle casse comunali. Inoltre, le difficoltà economiche dei nostri concittadini hanno avuto riflessi sul gettito IMU e sul mancato pagamento degli accertamenti effettuati dall’Ufficio Tributi, con conseguente ricorso ad Area Riscossioni.

Con enormi difficoltà è stata ridotta la spesa corrente riducendo o posticipando tutti quegli interventi che, pur essendo importanti, sono stati ritenuti al momento non indispensabili. Valutando attentamente voce per voce i vari capitoli di spesa siamo riusciti a mantenere l’equilibrio di bilancio lasciando inalterata la pressione fiscale.

Abbiamo chiesto uno sforzo ai nostri dipendenti, eliminando per quanto possibile il ricorso a ditte esterne. È chiaro che un puntuale taglio dell’erba, la segnaletica stradale sia orizzontale che verticale, la manutenzione dei parchi gioco con sostituzione di giochi obsoleti, la piantumazione di nuovi alberi possono subire un rallentamento, ma non possono essere procrastinati all’infinito.

I contributi ad Enti, Scuole, Associazioni e Società Sportive sono stati valutati ed aggiornati in base alla situazione venutasi a creare a seguito dell’emergenza sanitaria.

Sono arrivati finanziamenti dallo Stato ma tutti finalizzati all’emergenza Covid. Finanziamenti che devono essere puntualmente rendicontati e indirizzati ad interventi specifici a supporto delle famiglie in difficoltà e per interventi di sanificazione e riorganizzazione degli ambienti comunali.

Anche nella parte in conto capitale le cose non sono migliori. Gli oneri di urbanizzazione, che finanziano questa parte del bilancio, sono sempre meno a causa dell’incertezza legata all’emergenza sanitaria e alla riduzione delle zone edificabili. Le alienazioni programmate non stanno dando i risultati sperati e questo causerà un ridimensionamento degli interventi e delle opere già programmate in spesa capitale, anche in considerazione che i contributi da Provincia e Regione per opere specifiche sono sempre più difficili da ottenere viste le difficoltà che hanno anche questi Enti a chiudere i loro bilanci.

L’Amministrazione Comunale continuerà, nonostante le difficoltà elencate, a gestire le risorse in modo attento ed oculato, in modo da provvedere alle necessità della collettività con la dovuta diligenza.

a cura Vicesindaco di Zanè dott. Giuseppe Pozzer

Vicesindaco di Zanè dott. Giuseppe Pozzer
Vicesindaco di Zanè dott. Giuseppe Pozzer

Zanè: bilancio di previsione 2021

Gruppo News

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *