Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

aero club vicenza

Il sogno di volare: la meteorologia è lo studio dell’atmosfera

Il sogno di volare: la meteorologia è lo studio dell’atmosfera

La meteorologia è la scienza che studia l’atmosfera e i fenomeni che in essa si manifestano, e che cerca di prevederne quindi il sopravvenire e lo sviluppo in più o meno immediato futuro.

Con lo studio dell’atmosfera, attraverso le leggi della fisica, quindi si capiscono le trasformazioni in essa, le loro cause, il loro prodursi e le loro conseguenze, costituendo la principale base scientifica per la previsione del tempo.

L’atmosfera è la massa gassosa cha avvolge la Terra e che la segue nei suoi movimenti di rotazione e di rivoluzione. Essa è tuttavia vincolata al pianeta dalla forza di gravità cui vanno soggette le particelle gassose, che altrimenti tenderebbero a disperdersi nello spazio siderale.

In conseguenza di ciò, l’atmosfera ha densità decrescente dal livello del suolo fino ai limiti dell’attrazione terrestre.

A causa della forza centrifuga generata dalla rotazione terrestre, nonché delle differenze di temperatura indotte dal diverso irraggiamento solare, l’atmosfera va soggetta a un continuo rimescolamento che porta le particelle d’aria a spostarsi sia orizzontalmente che verticalmente.

I fenomeni meteorologici quindi che si manifestano nell’atmosfera sono generati da questi moti dell’aria, e del fatto che essa contiene sempre una certa quantità di vapore acqueo proveniente dalla superficie dei mari e degli oceani e anche dai cicli vitali degli esseri viventi.

Il vapore acqueo, pur essendo più leggero dell’aria, si trova solo negli strati più bassi dell’atmosfera grazie al fatto che esso salendo condensa e quindi ricade successivamente sulla superficie del pianeta sotto forma di acqua allo stato liquido o solido.

Le grandezze fisiche dell’aria, le cui variazioni sono perciò responsabili degli eventi meteorologici sono: l’umidità, la temperatura e la pressione atmosferica.

L’aria che compone l’atmosfera è un miscuglio di diversi gas, fra i quali l’azoto col 78% e l’ossigeno col 21% sono preponderanti e l’1% di altri tipi di gas.

Le previsioni del tempo oggi possono comunque contare anche sui mezzi tecnologici, quali i satelliti artificiali, che ci inviano immagini dei sistemi nuvolosi e milioni di dati sulla temperatura del suolo e dei mari, sull’umidità, sulla velocità dei venti.

Ci sono tuttavia moltissime stazioni meteorologiche al suolo, le boe sparse negli oceani che forniscono il quadro delle condizioni del tempo sulla superficie terrestre e anche i palloni sonda che vengono lanciati ogni giorno per rilevare le condizioni dell’aria fino alle quote più alte e per raccogliere quindi dati che si aggiungono a quelli forniti dagli aerei in volo.

Si riescono perciò ad ottenere le previsioni di breve scadenza dei vari fenomeni atmosferici (nubi, perturbazioni, precipitazioni) su un dato territorio e anche fino a previsioni di lunga scadenza (un mese o un determinato periodo dell’anno).

Noi che voliamo con aerei da turismo siamo soggetti ad un controllo attento e continuo delle previsioni atmosferiche; vi consiglio tuttavia di informarvi o documentarvi sui vari siti internet delle previsioni meteorologiche e nei moltissimi libri in cui ci si occupa anche delle nuvole, dei venti e di tutti quegli effetti atmosferici correlati.

Vi saluto cordialmente

Massimo Rossato (Presidente dell’Aero Club Vicenza)

pubbliredazionale a cura di Massimo Rossato

Il sogno di volare: la meteorologia è lo studio dell’atmosfera

Classificazione delle nubi

Gruppo News

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *