Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

aero club vicenza

Il sogno di volare: il volo in montagna

Il sogno di volare: il volo in montagna

Sul territorio italiano abbiamo la fortuna di avere molte montagne, alcune delle quali anche  alte e particolari, addirittura uniche nel suo genere al mondo come la Marmolada diventata Patrimonio dell’umanità.

Abbiamo le catene degli Appennini, delle Prealpi, delle Alpi e delle varie altre zone territoriali…

Il volo in montagna, effettuato quindi con i nostri velivoli da turismo, oltre ad a essere una stupenda esperienza per il passeggero, lo è anche per il pilota che ci vola spesso perché esso può avere ogni volta una visione diversa o straordinaria.

Oltre al normale volo sopra le montagne a cui ogni pilota viene insegnato quando durante il corso da allievo, una volta brevettato può rivolgersi ad alcune scuole di volo specifiche  che esistono anche in Italia oppure all’estero proprio per questo tipo di volo e quindi ottenere le successive sue ulteriori abilitazioni per atterraggi in piste in quota, in piste pendenza e/o corte ed erbose e in zone particolari montane che richiedono quindi ore di volo e un addestramento ulteriori.

Per il pilota che vola sopra le montagna infatti le gioie e le soddisfazioni sono molteplici, ogni montagna è diversa e riconoscerle con il suo nome viene poi da se con l’esperienza. Il paesaggio cambia colore con le stagioni, le condizioni atmosferiche, passando dal verde ai vari colori marrone autunnale e appunto bianco quando innevato.

L’importanza delle condizioni meteorologiche per il volo sono sempre fondamentali e anche le quote da rispettare e le distanze dai pendii delle cime, il riconoscere le nuvole e le correnti del vento.

Il pilota di aliante, quindi senza l’utilizzo del motore, è anche lui un esperto nel volare e riconoscere tutte queste varianti e le correnti atmosferiche.

Nel nostro territorio abbiamo molti aeroporti in montagna e sugli altopiani, come l’aeroporto di Asiago, il più alto d’Italia a 1.039 mt di quota, gli aeroporti di Belluno, Trento, Bolzano, L’Aquila e le varie superfici e avio superfici con pista regolamentate per i corsi di volo in montagna e, i più esperti e abilitati ci svolgono l’attività nel rispetto dell’ambiente e dei paesi presenti.

Alcune superfici di atterraggio possono essere anche sulla neve o sui ghiacciai e fanno parte delle abilitazioni specificate.

I velivoli utilizzati devono comunque avere caratteristiche S.T.O.L. ovvero capaci di decollare ed atterrare in una superficie di poco spazio.

Chi viene abilitato per l’atterraggio sulle superfici in montagna deve avere anche capacità di scegliere una pendenza, valutare le distanze, selezionare il punto d’atterraggio e la direzione di decollo, dominare il vento, stimare nel caso la qualità della neve per garantire un impatto “morbido”.

Quando il pilota individua comunque una avio-superficie, ne studia anche il circuito e l’avvicinamento al fine di evitare impianti ed abitazioni; tuttavia le manovre tra le vallate avvengono nella massima sicurezza e le uniche impronte lasciate sono quelle degli sci sulla neve.

Chi invece come possiede una licenza di volo di pilota privato può comunque sorvolare la montagna in sicurezza ed atterrare solo negli aeroporti certificati e godersi comunque moltissimo i suoi paesaggi.

Qui vicino a noi a poche decine di minuti di volo abbiamo le bellissime Prealpi Venete, il Monte Carega, il monte Pasubio che sono tra i più alti, tutti i monti sopra l’altopiano, il monte Verena ed il Monte Grappa appena al di la della Valsugana e sopra al paese di Bassano.

Come dicevo abbiamo vicino a noi la catena della Marmolada alta ben 3.300 metri e che noi a volte ci spingiamo fino vicino ad essa per poterla osservare con i suoi colori delle pareti rocciose che variano anche dall’orario della luce del giorno e dal tempo atmosferico.

Il paesaggio caratteristico montano comunque può avere laghi o laghetti, parchi naturali, piccoli paesi arroccati e boschi molto fitti o meno e di colore diverso con le varie stagioni.

Ricordiamo che il volo in montagna viene svolto non solo per turismo ma anche dai piloti degli elicotteri del soccorso che a volte intervengono per salvare vite addirittura in posti estremi con il massimo della loro capacità e professionalità.

L’aeroporto di Thiene dove operiamo è molto comodo per partire e raggiungere in breve tempo l’Altopiano e tutte le cime circostanti del Veneto e del Trentino.

Vi saluto cordialmente

                                                                                                                                    Massimo Rossato

Il sogno di volare: il volo in montagna

Gruppo News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *