Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Assessore Ilaria Spiller

Villaverla: Padre Marino Rigon – la Sua storia diventa un film

Villaverla: Padre Marino Rigon – la Sua storia diventa un film

Un evento di portata internazionale quello che si è tenuto oggi 10 settembre alle ore 11:00 nella Sala Consiliare del Comune di Villaverla. Si è trattato della conferenza stampa per la presentazione del film “The Father: An Untold Story”, un’opera singolare che desta grande curiosità e innegabili aspettative, non solo per la storia che si propone di raccontare ma anche per la modalità di realizzazione dell’opera cinematografica.

Padre Marino Rigon (1925- 2017), originario di Villaverla che ha speso 60 anni in missione in Bangladesh, è spesso ricordato per essere stato un ponte tra Oriente e Occidente, missionario saveriano e uomo di fine cultura che ha conosciuto, amato e valorizzato due terre lontane, due culture, due mondi apparentemente diversi come Italia e Bangladesh, e che con il suo profondo impegno religioso e civile ha saputo avvicinare, far conoscere ed apprezzare oltre ogni confine.

Una storia incredibile e finora poco conosciuta dal grande pubblico, la vita di Padre Marino diventerà presto un film destinato a rinsaldare i rapporti tra Bangladesh e Italia. Il giovane regista Bangladese Hamento Sadik, ha affermato che questa iniziativa sarà utile a presentare e divulgare il contributo del grande missionario ad un pubblico mondiale. Sadik lavorerà assieme al regista Rocco Cosentino, produttore esecutivo e responsabile della parte italiana. Oltre 200 attori provenienti da Italia, Nuova Zelanda, Brasile e Gran Bretagna hanno partecipato alle audizioni. Le riprese del film sono previste nel vicentino (dove il missionario è nato), in Italia, e poi a Khulna, Mongla e Jessore, in Bangladesh.

Padre Marino Rigon in Bangladesh è considerato un eroe nazionale per la sua testimonianza religiosa, l’impegno nell’avvicinare al Cristianesimo le religioni d’Oriente, e per il segno lasciato nella cultura mondiale come traduttore in italiano di 40 opere del Premio Nobel Rabindranath Tagore e di numerose opere letterarie di altri scrittori (come i poeti mistici Lalon Fakir e Jassim Uddin), oltre che per traduzioni dall’italiano al bengalese, tra cui “Pinocchio”. Molti dei suoi libri sono stati successivamente tradotti in francese, spagnolo e portoghese. Nel 2009 gli è stata conferita la cittadinanza onoraria del Bangladesh dal primo ministro Sheikh Hasina “per il suo instancabile ed esemplare contributo alla società”. Tutto questo e molto altro, tra cui l’impegno del missionario per la formazione professionale e l’emancipazione delle donne, e il suo contributo umanitario durante la guerra di indipendenza del 1971, quando ha trasformato la sua missione in un “ospedale da campo” prendendosi cura dei combattenti feriti di entrambi i fronti in lotta, sono stati narrati nel lavoro cinematografico che è stato proposto e promosso questa mattina, giovedì 10 settembre.

Alla conferenza stampa, oltre al Sindaco Ruggero Gonzo, erano presenti in sala – anche tramite collegamento video – autorità locali e internazionali: dai famigliari di Padre Marino ai registi, dai rappresentanti del Consolato e dell’Ambasciata del Bangladesh in Italia, agli assessori e rappresentanti del mondo della cultura vicentino, dalle autorità religiose agli esponenti del settore cinematografico e ai giornalisti, per aprire un confronto costruttivo e per valorizzare un lavoro meritevole di essere completato in tempi brevi, nel comune impegno di reperire le risorse per assicurare la prossima produzione del film.

Ilaria Spiller

a cura del Comune di Villaverla

Villaverla: Padre Marino Rigon – la Sua storia diventa un film

Padre Marino Rigon

Gruppo News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *