Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Schio centri estivi

Schio: 170mila euro alle famiglie per i centri estivi

Domande entro il 20 luglio

Ammonta a 170 mila euro il contributo stanziato dal Comune di Schio a sostegno delle famiglie con figli iscritti ai centri estivi della città. In un momento complesso a causa delle conseguenze dell’emergenza sanitaria l’Amministrazione ha messo a disposizione il fondo per sostenere i genitori dal punto di vista economico favorendo così la conciliazione tra vita familiare e  lavoro e allo stesso tempo la frequenza delle attività ludico-ricreative, negli ultimi mesi estremamente limitate dalla pandemia.

Il contributo, quindi, viene erogato per i minori (da 0 a 17 anni) iscritti ai centri estivi scledensi nel periodo che va da giugno a settembre e che sono residenti a Schio. L’entità del contributo è di 50 euro a settimana per ogni bambino o ragazzo, per un massimo di 200 euro e comunque non superiore al costo effettivamente sostenuto dalla famiglia. «Abbiamo deciso di aprire un bando con dei requisiti di accesso che permettano a chiunque di presentare domanda e soprattutto che consentiranno di dare risposte immediate – precisa l’assessore al sociale, Cristina Marigo – Da parte dell’Amministrazione c’è stato uno sforzo importante per riuscire a far fronte alle esigenze delle famiglie in questo periodo considerando non solo l’entità delle risorse economiche stanziate, ma anche il lavoro svolto assieme alle associazioni e alle cooperative che gestiscono i centri estivi, oltre che ad AGE, per garantire la fruibilità del servizio a quanti più bambini».

A seguito della raccolta delle domande valide, che dovranno essere presentate entro il 20 luglio, verrà redatto l’elenco delle famiglie beneficiarie con gli importi che spettano a ciascun nucleo familiare fino all’esaurimento del fondo di 170mila euro. «Nel caso in cui le richieste dovessero essere superiori al fondo contiamo di riuscire a mettere a disposizione altre risorse elargite secondo una graduatoria – prosegue Marigo -, che terrà presente come prioritarie le condizioni di disabilità da parte dei minori, l’attestazione ISEE e la data di iscrizione ai centri estivi».

Il contributo sarà assegnato direttamente dal Comune all’ente gestore del centro estivo, mentre per coloro che hanno già pagato la quota di iscrizione al centro estivo il “bonus” sarà liquidato dal Comune alla famiglia stessa. Per presentare la domanda è necessario compilare e consegnare l’apposita modulistica direttamente dal sito del comune di Schio.

http://www.comune.schio.vi.it/alfstreaming-servlet/streamer/resourceId/925b6689-a43d-4bb4-b5e8-5438b410ab31/avviso.pdf

http://www.comune.schio.vi.it/alfstreaming-servlet/streamer/resourceId/e8332a56-2fce-41be-a5ba-36ba1768dc85/MOD_DOMANDA_CONTRIBUTO_CENTRO_ESTIVO.pdf

fonte comune di Schio

Schio centri estivi Schio centri estivi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *