Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

croce rossa thiene

Croce Rossa in lotta contro il Cov19 – 178 le persone esaminate

Croce Rossa in lotta contro il Cov19 – 178 le persone esaminate

Il Ministero della Salute e Istat  con la collaborazione della Croce Rossa Italiana hanno avviato un’indagine di sieroprevalenza dell’infezione da virus SarsCoV2 per capire quante persone nel nostro Paese abbiano sviluppato gli anticorpi al nuovo Coronavirus, anche in assenza di sintomi. Il test sierologico verifica la presenza nel sangue degli anticorpi al nuovo coronavirus. Quando il virus contagia un individuo il suo organismo reagisce naturalmente, sviluppando gli anticorpi necessari a combatterlo. Può succedere di essere contagiati senza manifestare sintomi. Vuol dire che l’organismo ha combattuto o sta combattendo il virus senza che ce ne siamo accorti. Gli anticorpi restano in circolazione anche dopo la scomparsa del virus.

Il test verrà eseguito su un campione di 150mila persone residenti in duemila Comuni, distribuite per sesso, attività e sei classi di età. Gli esiti dell’indagine, diffusi in forma anonima e aggregata, potranno essere utilizzati anche per altri studi scientifici e per l’analisi comparata con altri Paesi europei. Le persone selezionate sono state contattate telefonicamente dai centri regionali della Croce Rossa Italiana per fissare un appuntamento per il prelievo del sangue. I partecipanti riceveranno una risposta individuale dalle strutture regionali del Servizio Sanitario Nazionale entro 15 giorni dalla data del prelievo. L’esito negativo rivela che nell’organismo non sono presenti anticorpi, non si è venuti a contatto con il virus. Nel caso in cui l’esito risultasse positivo, significa che l’esame ha rilevato la presenza di anticorpi: vuol dire che si è entrati in contatto con il nuovo coronavirus. È possibile che il virus sia stato sconfitto, ma è altrettanto possibile essere contagiati senza manifestare sintomi. Per questo le persone con risultato positivo saranno sottoposte ad esame con tampone naso-faringeo e poste in temporaneo isolamento domiciliare. Al Comitato C.R.I. di Thiene è stato assegnato un campione composto da 178 persone residenti nei comuni di Carrè, Malo, Sarcedo e Thiene. 90 cittadini hanno risposto positivamente e hanno consentito di effettuare il prelievo presso i punti di prelievo mobile.

La 3° A dell’Istituto S. Dorotea dona alla Croce Rossa i soldi per la gita scolastica

Anche nel buoi più profondo si può intravedere la luce. Durante questo periodo di quarantena e di isolamento, sono stati proprio i bambini a dare un impulso di luce e di speranza. L’emergenza sanitaria da SARS-CoV-2 ha rivoluzionato la vita di tutti gli studenti, in particolar modo quella dei più piccoli, che, pur continuando a partecipare alle lezioni dei loro insegnanti, tramite videoconferenze, hanno dovuto rinunciare a un momento tra i più desiderati dell’anno scolastico: quello della gita. La classe 3^A della Scuola Primaria dell’Istituto “Santa Dorotea” di Thiene, per voce dei suoi rappresentanti dei genitori, ha deciso, allora,  di donare al Comitato della Croce Rossa di Thiene i soldi già anticipati per il viaggio d’istruzione, per poter fronteggiare la particolare situazione emergenziale. Questo gesto di grande solidarietà è stato molto significativo per i ragazzi, perché ha aiutato loro a comprendere ancora di più il valore della relazione fraterna e solidale. Un grazie di cuore ai ragazzi e alle loro famiglie per questo apprezzabile gesto di notevole generosità!

Croce Rossa in lotta contro il Cov19 – 178 le persone esaminate

classe 3^A della Scuola Primaria dell’Istituto “Santa Dorotea” di Thiene

Croce Rossa in lotta contro il Cov19 – 178 le persone esaminate

a cura di Marta Mazzotta della Croce Rossa di Thiene

Gruppo News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *