Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

identità gustose rostichef

Identità gustose: agnolotti con patate al consiero

Identità gustose: agnolotti con patate al consiero

Cari amici,

questo mese vi propongo un primo piatto davvero gustoso, gli “agnolotti con patate al consiero”. Gli agnolotti sono una specialità tipica della tradizione piemontese, in particolare della zona del Monferrato, nelle provincie di Alessandria e Asti, ma diffusi in tutta la regione, apprezzati in tutta Italia ma anche all’estero. Il consiero che, originariamente veniva preparato con un pezzo di lardo tagliato a fette o a piccoli quadretti al quale si aggiungevano scalogno o cipolla, prezzemolo ed altre erbe aromatiche. Alcune varianti sono state determinate dal tempo e dalle mode: ad esempio il lardo è stato sostituito dalla pancetta, l’uso di burro ed olio sono entrati nella consuetudine. Oggi è composto prevalentemente da carni miste tritate e verdure secondo la stagionalità.

Vediamo quali sono gli ingredienti.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

200 g di farina 0

100 g di semola g.d.

2 uova intere

3-4 tuorli

300 g di patate

100 g di ricotta cremosa

50 g di parmigiano grattugiato

qb di erba cipollina e altre erbe aromatiche

1 radicchio spadone precoce tipo Treviso

1 mazzetto di biete erbette

150 g macinato di suino

3 salsicce

150 g macinato di vitello

20 g di sedano

20 g di carota

20 g di cipolla

qb di sale e pepe

qb olio evo

PROCEDIMENTO:

Per gli agnolotti: preparate una pasta all’uovo e fatela riposare per circa mezz’ora, una volta pronta sfogliate e tagliate le lasagne di circa 10 cm., è importante che gli agnolotti siano grandi, riempite con l’impasto di patate agli aromi (sbollentate e salate), ricotta e parmigiano, bagnate lievemente i bordi, chiudete e rifilate con il tagliapasta.

Per il consiero: procedete come per un normale ragù di carne aggiungendo verso fine cottura le verdure tagliate grossolanamente.

Per concludere cuocete gli agnolotti in acqua salata, aggiungete il consiero e spadellate fino al momento di servire, devono essere sempre numero dispari nel piatto.

VINO DA ABBINARE:

Consiglio il Sangiovese Superiore, un vino rosso fermo, secco, di medio corpo, fresco, avvolgente e vivace, con tannini morbidi e fragranti, dal retrogusto persistente.

 Vi aspetto il prossimo mese con un’altra succulenta specialità.

ricetta del mese a cura di Aliona Doni

Rostichef

Identità gustose: agnolotti con patate al consiero

Gruppo News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *