Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Thiene: Associazioni e Covid-19 – al via l’indagine per le realtà sportive

Come stanno le realtà sportive, e lo sport in generale, a Thiene, dopo quasi due mesi di sospensione di tutte le attività, pubbliche e private?
A chiederlo è l’Assessore allo Sport, Giampi Michelusi, che dà il via, proprio in questi giorni, ad un’indagine per “testare la temperatura” delle Associazioni Sportive cittadine, raccogliere dati utili a conoscere come stiano vivendo il momento così critico e valutare conseguenti strategie di supporto.
«Abbiamo studiato un questionario – spiega l’Assessore Giampi Michelusi – rivolto a tutte le associazioni e agli operatori sportivi attivi sul territorio, perché questo particolare momento richiede una conoscenza delle problematiche che solo i diretti interessati ci possono evidenziare. Voglio capire attentamente e con grande precisione il disagio che stanno affrontando le diverse realtà sportive thienesi, valutando, ove possibile, modalità e supporti necessari ad affrontare questa difficile e complessa situazione».
Centinaia di cittadini di tutte le età hanno dovuto affrontare la perdita delle sane abitudini sportive, sia individuali che di gruppo, con effetti a livello non solo fisico, ma anche psicologico e sociale. Un esempio importante è quello rappresentato dai bambini e dai ragazzi che si sono ritrovati a casa, privati sia della scuola che delle attività sportive. L’impatto delle misure di contenimento del Coronavirus è stato notevole, comunque, davvero per tutti: per gli adulti, che, pur tra i mille impegni quotidiani, sanno trovare gli spazi per allenarsi per passione e per gli anziani, per i quali la camminata di gruppo o l’ora di ginnastica sono possibilità importanti per muoversi e socializzare.
Non dimentichiamo, poi, chi fa sport agonistico e che si è trovato, di punto in bianco, a perdere la condizione fisica e i risultati di tanti sacrifici.
Accanto a loro ci sono allenatori, istruttori, coaches, assistenti, persone che spesso non sono solo tecnici, preparatori, esperti di motoria, ma anche guide e punti di riferimento.
«Molti di loro, come sempre nella logica dello sport, – precisa Giampi Michelusi – hanno cercato di adattarsi, mettendo in campo soluzioni alternative per stare vicino agli allievi e per farli continuare a muovere: video lezioni e lezioni online. Il tutto con difficoltà, con la consapevolezza che molti allievi probabilmente molleranno, che la motivazione a distanza non è la stessa cosa di quella fatta in presenza. Dopo quasi due mesi di attività in casa, inizia a delinearsi la possibilità di riprendere a fare sport, anche se per quello indoor e non individuale il percorso è ancora incerto: ancora non si conoscono limitazioni e prescrizioni. Gli interrogativi, quindi, sono ancora molti. Per questo l’Amministrazione Comunale – conclude Michelusi – intende conoscere lo stato di salute delle associazioni sportive per essere al loro fianco nella ripartenza».

a cura del Comune di Thiene

Assessore Giampi Michelusi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *