Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Sandonà formaggio Posina

Amore e cultura delle cose buone… formaggio “Il Posina”

Si chiama “Il Posina”, come la valle in cui viene prodotto e il caseificio dove si raccoglie il latte delle
montagne e delle colline della zona (fino a Calvene e alla Ca’ Vecia) per lavorarlo secondo una tradizione antica portata avanti dalla famiglia Sandonà.
Qui, nel cuore della Val Posina, all’imbocco della strada per Passo Xomo, viene prodotto questo formaggio pregiato, preparato come si faceva una volta, con il latte crudo (non pastorizzato, senza conservanti), raccolto da mucche lasciate al pascolo durante la bella stagione e nutrite con il foraggio naturale nei mesi più freddi.

Ingredienti genuini a cui la famiglia Sandonà unisce l’amore e la cultura delle cose buone.

Lavorazione e stagionatura eseguite a regola d’arte, seguendo antiche tecniche unite a nuove tecnologie. Una volta lavorato, il formaggio viene messo a stagionare per 40/45 giorni se si vuole ottenere il pressato, un formaggio di pasta morbida, dal sapore dolce con l’ aroma caratteristico dei formaggi prodotti con latte crudo al pascolo, o per 90/120 giorni se si desidera invece portare in tavola il Posina classico.
Il Posina è un formaggio da tavola le cui caratteristiche gusto/olfattive lo vedono collocato in cucina come ottimo accompagnamento delle patate locali cotte sotto la cenere del camino durante i mesi invernali, oppure accompagnato agli altrettanto famosi “gnocchi di Posina” tagliato sottilmente, ottimo anche mangiato da solo, come stuzzichino, accompagnato all’ aperitivo, un formaggio versatile utilizzabile per ricette della tradizione e di piatti innovativi che lasciano spazio alla creatività degli chef.
Quando Il Posina viene più a lungo stagionato è eccezionale e caratteristico con polenta abbrustolita alla brace. Si sposa perfettamente con i vini locali a seconda dell’utilizzo.

Si producono inoltre caciotte, ricotta, burro e il tradizionale “Formajo nel pignato” De.Co. di Caltrano, un prodotto di riciclo, ampiamente in uso negli antichi casoni (antiche costruzioni in pietra ad uso famigliare durante i periodi di mezza stagione) dislocati nei versanti delle montagne caltranesi fino alla fine degli anni 50, quando la piccola attività agricola di sussistenza ha lasciato posto all’industrializzazione. Ad oggi i prodotti utilizzati per la creazione del “Formajo nel pignato” sono tutte di prima scelta, Tra i formaggi delle nostre malghe è il protagonista indiscusso.

Stessa cura e lavorazione artigianale vengono applicate anche nella produzione di salami, sopresse e salsicce a marchio “Salumi della valle verde – Caseificio Posina”.
Tutte queste specialità vengono distribuite nei migliori negozi della provincia e del Veneto, e in particolare nei punti vendita della famiglia Sandonà: Spaccio Sandonà di Caltrano, di Schio in via Veneto, di Schio in centro (prossima apertura), supermercato D’Italy ad Arsiero, supermercati Eurospin di Fara Vicentino, Lugo e Zanè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *