Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

domestiche

Villaverla: Linee guida per la raccolta e smaltimento rifiuti da soggetti positivi COVID-19

Villaverla: Linee guida per la raccolta e smaltimento rifiuti da soggetti positivi COVID-19

LINEE GUIDA PER LA RACCOLTA E LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI PRODOTTI DA SOGGETTI RISULTATI POSITIVI AL COVID- 19 O IN QUARANTENA OBBLIGATORIA.
Lo scorso 28 marzo il Consiglio di Bacino Vicenza, che comprende 91 comuni della provincia di Vicenza, al fine di assicurare il necessario coordinamento ed individuare modalità di gestione il più possibile uniformi all’interno del Bacino approvato le linee guida in materia di raccolta e smaltimento dei rifiuti prodotti da soggetti risultati positivi da Covid-19 o in quarantena obbligatoria. La comunicazione, inviata a tutti i comuni e ai gestori affidatari del servizio di raccolta rifiuti, prevede le seguenti indicazioni:
Modalità di raccolta e trasporto
1) il gestore del servizio dovrà attuare, se non già operative, modalità di raccolta dei rifiuti urbani di cui agli artt. 7 e 8 dell’ordinanza, in modo da sospendere la raccolta differenziata presso tali utenze domestiche e garantire la gestione di tali rifiuti all’interno della filiera del “rifiuto indifferenziato”;
2) il gestore del servizio darà attuazione all’indicazione della raccolta “in un unico contenitore” dei suddetti rifiuti secondo proprie modalità organizzative che assicurino una loro corretta individuazione (es. contenitore di uno specifico colore e/o identificazione) ovvero attuando le indicazioni di cui al parere ISS n.798 del 04.03.2020 e n.8293 del 12.03.2020;
3) il gestore del servizio, in accordo con i Sindaci dei comuni interessati, dovrà verificare la possibilità di operare, se non già attuate, secondo modalità che prevedano una specifica raccolta presso l’utenza in cui siano presenti soggetti in isolamento domiciliare, valutandone altresì l’avvio diretto del rifiuto indifferenziato ad impianti di smaltimento (termo-valorizzatore o discarica o inceneritore);
4) per i mezzi utilizzati per la raccolta del rifiuto indifferenziato, il gestore dovrà prevedere specifiche modalità operative per assicurare la loro disinfezione;
5) gli operatori addetti al servizio di raccolta, in ottemperanza a quanto previsto nelle indicazioni dell’Istituto Superiore della Sanità, dovranno essere dotati di idonei DPI ed il gestore, aggiornando eventualmente il documento di valutazione del rischio, dovrà procedere con un’adeguata formazione ed informazione del proprio personale.
Modalità di smaltimento
6) il gestore del servizio dovrà verificare che i rifiuti in esame possano essere indirizzati verso l’impianto di termo-valorizzazione di Schio;
7) nel caso la suddetta possibilità non fosse attuabile, alla luce delle altre specifiche disposizioni dell’ordinanza in oggetto, i rifiuti in esame dovranno essere indirizzati verso la discarica di Grumolo delle Abbadesse;
8) in entrambi i casi non dovrà essere prevista alcuna manipolazione dei rifiuti, evitando eventuali trattamenti di rifiuto non igienizzato che possano comportare la dispersione del virus nell’aria quali ad esempio la triturazione e la vagliatura in ambiente non confinato;
9) l’accesso degli addetti negli ambienti di lavoro ove sono presenti i rifiuti indifferenziati sia effettuato con gli opportuni DPI indicati nelle raccomandazioni dell’ISS e siano attuate periodiche procedure di sanificazione delle aree di stoccaggio e di lavorazione dei rifiuti in parola.
Informazione
10) i Comuni, in accordo con il gestore del servizio dovranno attivare, se non già attuate, specifiche campagne di informazione alla popolazione secondo modalità che, tenendo conto delle peculiarità dei diversi servizi ad oggi in essere, garantiscano la massima diffusione alla popolazione;
11) i Comuni, in accordo con il gestore del servizio dovranno attivare, se non già attuate, specifiche campagne di informazione alle utenze domestiche ove soggiornano soggetti positivi al tampone COVID-19 posti in isolamento o in quarantena obbligatoria, ai fini di assicurare l’applicazione di quanto previsto dai punti 1), 2) e 3) del presente atto e della circolare della Regione Veneto citata in premessa.

A CURA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI BACINO VICENZA
DOTT. SSA MARIA CRISTINA GRESELIN – VICESINDACO DEL COMUNE DI VILLAVERLA

Pres. del consiglio di Bacino Vicenza, Dott.ssa Maria Cristina Greselin – Vicesindaco del Comune di Villaverla.

Villaverla: Linee guida per la raccolta e smaltimento rifiuti da soggetti positivi COVID-19

Gruppo News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *