Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

Valdagno: La rassegna musicale al femminile

Numerosi gli appuntamenti di luglio e agosto. Da qualche giorno anche la nona edizione della rassegna Femminile Singolare è potuta tornare sul palco valdagnese. Per l’estate l’ormai affermato festival musicale al femminile si prepara per un totale di otto appuntamenti in alcune delle quinte più scenografiche della città: dal cortile di Palazzo Festari a Castelvecchio, dal Parco la Favorita al cortile di San Lorenzo.

Da sempre la rassegna ha guardato con interesse a formazioni composte in toto o in parte da artiste, con uno sguardo rivolto alle artiste del territorio e ai loro progetti musicali, senza però far mancare la ricerca anche di progetti provenienti da altre Regioni o Paesi.

Questo il cartellone:

7 luglio, ore 5.00 – Castelvecchio ALBA MUSICALE

O VIVE ROSE ENSEMBLE – Gruppo del Conservatorio di Vicenza

Spesso dai testi delle arie antiche si trova la figura femminile, talvolta adorata talvolta disprezzata. Ma coincide con l’immagine che emerge quando è la donna a prendere parola? L’Ensemble O Vive Rose ne propone uno scorcio sia attraverso brani in cui la donna è fonte d’ispirazione sia dove è soggetto ispirato: dall’amore dormiglione di Barbara Strozzi agli inni sacri di Hildegard Von Bingen, dalla disprezzata regina di Monteverdi al culto mariano delle antiche cantigas.

12 luglio, ore 21.30 – Parco La Favorita

CRISTINA DONÀ E GINEVRA DI MARCO “Così vicine”

Ginevra Di Marco e Cristina Donà insieme per un concerto che si preannuncia unico.

Un concerto che prende spunto dal repertorio delle due artiste con una scaletta dove le canzoni si intrecciano, le anime si fondono in un solo canto, due grandissime voci per la prima volta insieme in un concerto dedicato alla loro lunga e prestigiosa storia artistica. Una grande cantautrice, una grande interprete, due cantanti che hanno creato un modello a cui si rifanno molte voci femminili delle attuali generazioni. Con loro sul palco: Francesco Magnelli (piano e magnellophoni), Andrea Salvadori (chitarra, loop, tzouras), Luca Ragazzo (batteria), con l’aggiunta del produttore e co-autore degli ultimi dischi di Cristina Dona’, Saverio Lanza (chitarra).

Ingresso a pagamento.

19 luglio, ore 21.00 – Cortile di Palazzo Festari

FRANCESCA INCUDINE

Targa Tenco per il miglior disco in dialetto, Premio Bianca d’Aponte e premio della critica Fausto Mesolella: tra le giovani realtà più interessanti della world music italiana. Francesca Incudine, cantautrice siciliana è un’artista sensibile e inquieta, come il titolo del suo secondo disco, “Tarakè”, una parola che deriva dal greco e significa scompiglio, turbamento. È quel fiore conosciuto anche come soffione, che pare esaudisca i desideri quando, grazie ad un alito, i suoi semi si disperdono nel vento. Propone un live di grande impatto; si muove tra canzone d’autore e world music per raccontare di viaggi, di speranza, di coraggio e di cambiamento.

23 luglio, ore 21.00 – Cortile Palazzo Festari

MUJERES CREANDO

La band “Mujeres Creando”, composta da musiciste napoletane, sperimenta sonorità il cui fil rouge è costituito dall’originale set strumentale utilizzato: violino, fisarmonica, chitarra crossover, percussioni e loop station.

È il 2011 e le quattro decidono di dar vita ad un vero e proprio gruppo: le Mujeres Creando. Il nome è mutuato dal collettivo femminista sudamericano, e in italiano significa “Donne che creano”; il riferimento alla creatività, al grande potenziale delle donne quando si uniscono per un obiettivo comune, insieme al carattere mediterraneo della lingua spagnola sembrano cogliere in pieno l’impronta artistica e concettuale che si vuole dare al progetto.

Con voce, chitarra, fisarmonica e violino, il gruppo lavora a delle cover di canzoni care a ciascuna, ma soprattutto realizza dei suoi inediti. I brani che nascono, Tangorà, Once more, L’idea, Ex Valzer, Le stelle sono rare vengono inseriti in uno spettacolo che il gruppo porta in locali e night del territorio regionale. La visibilità crescente, i consensi, le critiche, stimolano e definiscono sempre di più il progetto.

2 agosto, ore 21.00 – Cortile di Palazzo Festari

ELISABETTA ANTONINI E MARCELLA CARBONI “Nuances”

Progetto unico nel suo genere, “Nuances” è il frutto di un incontro creativo tra arpa e voce, l’esplorazione delle innumerevoli sfumature timbriche di due strumenti che alla propria ricchezza aggiungono i chiaroscuri e l’espressività delle ambientazioni elettroniche create da filtri ed effetti sonori. Abbracciando il jazz, la canzone, la musica colta e l’improvvisazione, il duo scivola elegantemente fra brani originali e composizioni di Ralph Towner, Kenny Wheeler, Tom Jobim e Guinga.

Elisabetta Antonini, voce e live electronics.

Marcella Carboni, arpa elettroacustica e live electronics.

4 agosto, ore 18. 00 – Bar La Favorita

BLUE TRIO

Si chiama Blue Trio ed è formato da tre musiciste diplomate brillantemente rispettivamente presso I Conservatori di Venezia, Vicenza e Castelfranco Veneto: Sabina Bakholdina al violino, Angelica Pianegonda al clarinetto e Benedetta Baravelli al violoncello.

“Ci siamo conosciute casualmente – spiega il trio – suonando in alcune orchestra del Veneto e da subito si è formata un’ottima intesa musicale e personale, che ci ha spinte a voler collaborare insieme al fine della divulgazione della musica – non solo colta – in diversi contesti, anche al di fuori dei teatri e degli ambienti in cui solitamente questi strumenti del repertorio classico non sono così usuali. La collaborazione è nata anche per l’esigenza di divertirsi suonando assieme in un contesto cameristico, per il puro piacere di suonare!”

dal sito del Comune a cura della Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *