Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

comune thiene

Thiene: Bilancio 2019, agevolazioni per le Imprese ed opere pubbliche

E’ stato approvato dal Consiglio Comunale lo scorso 7 febbraio prossimo il documento programmatico finanziario del Comune, il Bilancio di Previsione 2019, l’importante strumento che contiene le linee guida delle scelte e dell’azione amministrativa per l’anno corrente.
“Il bilancio 2019/21 – dichiara il Sindaco, Giovanni Casarotto – si colloca in continuità con la programmazione precedente e ne riprende i contenuti e gli obiettivi. La continuità programmatica tra bilanci è uno degli obiettivi della programmazione così come intesa dalla normativa contabile.

Il Bilancio in sintesi

Il Bilancio 2019 si chiude con un totale di entrate e spese che ammonta ad euro 36.316.285,33. Di questo importo 18.665.953,74 euro sono il valore delle spese correnti, mentre 11.129.131,59 è la somma delle spese per investimenti.
Nel dettaglio il Bilancio 2019 prevede maggiori somme a disposizione per il Sociale, l’Ambiente e la Cultura: circa 24mila euro accrescono le somme trasferite all’Ulss per le politiche per i minori e altri 50mila incrementano le rette per assistenza anziani in Istituti, il budget per la manutenzione ordinaria del verde pubblico, per sfalci e diserbi stradali è accresciuto di circa 90mila euro, circa 10mila euro vanno a sostenere il progetto di musicoterapia dell’Istituto Musicale  e altri 10mila vanno a potenziare la promozione di  eventi per la valorizzazione della città. Anche la collaborazione con le associazioni di volontariato impegnate nella salvaguardia del verde e nell’assistenza in materia di sicurezza percepita (si pensi alla Kronos o al Nucleo di Volontariato e Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Carabinieri) sarà sostenuta con ulteriori risorse per 5mila euro.
Restano confermati, infine, le somme che avevano già subito incrementi nel 2018, stanziati per la Sicurezza (1milione e 300mila per la Polizia Locale e circa 80mila per telecamere e interventi di sicurezza estesi agli edifici scolastici) e per l’Istruzione e le Materne.

L’indebitamento
Il ricorso al debito per il finanziamento delle opere pubbliche è un tema che occorrerà studiare con attenzione sia in questo bilancio, che nei prossimi. Negli ultimi dieci anni il residuo debito del Comune è sceso in maniera importante, il primo gennaio 2007 era di quasi 41 milioni di euro, mentre al 31 dicembre 2018 è stato di poco meno di 15 milioni, una diminuzione pari al 63%. Nella stessa maniera, nei prossimi anni, scenderà sensibilmente anche la rata di ammortamento dei prestiti.  Se per il 2019 essa è di 2milioni e mezzo di euro con i mutui attuali, nel 2022 sarà di 1milione e 700mila.
“La diminuzione del residuo debito e del costo dell’indebitamento sul bilancio – spiega il Sindaco, Giovanni Casarotto – apre nuovi scenari e interessanti possibilità che devono essere gestiti con una programmazione strategica per il finanziamento delle future opere pubbliche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *