Scelti per voi

La tua vetrina online

Gruppo News

Quotidiano online

stadio Miotto Thiene

Pianeta sport A.C. Thiene i caduti nella 2° Guerra Mondiale – terza parte

Pianeta sport A.C. Thiene i caduti nella 2° Guerra Mondiale – terza parte

Concludiamo con gli ultimi 5 atleti la rassegna dei 14 caduti rossoneri. Le fonti sono state tratte dall’Archivio Storico di Vicenza, ruoli matricola e fascicoli personali. Le ricerche sono opera di Liano Saugo 1956 e Augusto Busin 1961 (Archivio famiglia Augusto Busin, Thiene).

  1. Padrin Giuseppe di Giuseppe e Fracasso Fiore, nato a Thiene il 15 luglio 1920. Matricola 11362. Alpino dal 2 febbraio 1940 e posto nella Compagnia Mista Genio della 3ª Divisione Alpina, al Deposito dell’11° Reggimento Genio. Il 29 febbraio sbarca in Albania con la 3ª Compagnia Mista della Julia. Il 10 giugno diviene effettivo al 3° Battaglione Misto Genio della Julia ed il l 9 aprile 1942 rientra in patria. Il 10 agosto, con la 103ª Sezione Fotoelettricisti dello stesso reparto parte per la Russia. Disperso il 26 gennaio 1943 nel fatto d’armi di Nikolajewka (Russia). Dichiarato irreperibile il 7 maggio 1943. Croce al Merito di Guerra.
  2. Morello Gianni di Silvio, nato a Marostica il 7 aprile 1926. Marò della X MAS, Battaglione Lupo. Deceduto a Bagnacavallo (Ravenna) il 6 gennaio 1945. (Dati anagrafici: comune di Thiene).
  3. Costa Arturo di Basilio e De Marchi Teresa, nato a Santorso il 18 luglio 1916. Arruolato nel 1937 in forza all’8° Reggimento Artiglieria Campale, 10ª batteria someggiata, promosso caporalmaggiore, è congedato nel 1938. Richiamato il 6 settembre 1939, promosso sergente in dicembre. Inviato in Russia nell’aprile del 1942 col grado di sergente maggiore nella 73ª Batteria controcarro da 75/39, dell’8° Reggimento Artiglieria, 9ª Divisione Autotrasportabile Pasubio, XXV Corpo d’Armata (già del CSIR), ARMIR e rimpatria a Verona il primo gennaio 1943. “Sbandato” l’8 settembre 1943; in seguito entra nella Brigata “Martiri Val Leogra”. Il 29 aprile 1945 viene ferito presso la sua abitazione a Santorso; soccorso e trasportato all’ospedale civile di Schio muore poche ore dopo. Riconosciuto Partigiano Combattente ed insignito della Croce al Merito di guerra.
  4. Rosa Antonio di Pietro e Sudiero Maria, nato a Thiene il 20 maggio 1923. Matricola 28098, soldato, in forza al gennaio 1943 nel Battaglione Bassano dell’11° Reggimento Alpini. Passato in maggio alla 227ª compagnia del Battaglione Alpini Val Fassa del 3° Gruppo “Valle” 1. Sbandato l’8 Settembre, rientra a Thiene nel gennaio 1944 e posto in «congedo provvisorio». Qualche mese dopo fa parte della Brigata Partigiana Mazzini. Cade il 6 settembre 1944 nella battaglia di Granezza. Croce al merito di Guerra. Come da sua dichiarazione del gennaio 1944 al comune di Thiene; nel fascicolo personale è depennata in rosso.
  5. Caneo Ottavio Sebastiano di Giuseppe e Battistoni Maria, nato a Thiene il 29 novembre 1923. Matricola 28037, in gennaio del 1943 alpino nel Battaglione Vicenza, 9° Reggimento Alpini. “Sbandato” l’8 settembre 1943 e presentatosi a novembre in comune a Thiene è collocato in «congedo provvisorio». Quale “Mazèt” fa parte della Brigata partigiana Mazzini; Caduto a Granezza il 6 settembre 1944 (altre fonti: ferito a tal data decede dopo due giorni). Croce al merito di Guerra. Onore ai Caduti.

Giuseppe “Joe” Bonato

Pianeta sport A.C. Thiene i caduti nella 2° Guerra Mondiale – terza parte

Augusto Busin

 

Liano Saugo

Pianeta sport A.C. Thiene i caduti nella 2° Guerra Mondiale – terza parte

Gruppo News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *